Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Brescia e Hinterland

ELEZIONI

Referendum e Amministrative nel Bresciano: l'affluenza delle 23


Brescia e Hinterland
20 set 2020, 23:32
Una scrutatrice porge la scheda per votare il referendum - Foto Ansa/Jessica Pasqualon

Una scrutatrice porge la scheda per votare il referendum - Foto Ansa/Jessica Pasqualon

Si è chiuso alle 23 il primo giorno di elezioni in Italia durante la pandemia di coronavirus. Il primo di due election day che chiamano alle urne 931.531 bresciani per votare il referendum confermativo sul taglio dei parlamentari. Di questi, 58.257 sono coinvolti anche nelle Amministrative, per rinnovare il consiglio comunale e scegliere il nuovo sindaco in 8 Comuni della provincia.

Dopo i dati delle 12 e quelli delle 19, ecco la fotografia dell'affluenza nella nostra provincia scattata alla chiusura delle urne (sul portale elezioni.giornaledibrescia.it tutti i dati in tempo reale e le schede informative su liste e candidati). Le sezioni elettorali riapriranno domani, lunedì 21 settembre, dalle 7 alle 15.

Per il referendum confermativo sulla riforma costituzionale che punta a ridurre il numero dei parlamentari, l’affluenza nel Bresciano è 38,72% (la media nazionale è del 39,8%). In città hanno votato in 52.915, corrispondenti al 38,2% degli aventi diritto. Nella mappa qui sotto potete consultare i dati Comune per Comune, cliccando sull'area o cercando il nome nell'apposito campo contrassegnato dalla lente d'ingrandimento.

Per quanto riguarda le Comunali, negli 8 paesi della nostra provincia in cui si sfidano 27 candidati al ruolo di primo cittadino, espressione di 40 liste, l'affluenza alle 23 è complessivamente del 53,52% (sopra la media nazionale del 49,44%).

Ecco il dettaglio:
Capriano del Colle 57,82%
Corte Franca 55,19%
Lonato del Garda 50,57%
Magasa 48,53%
Quinzano d'Oglio 60,44%
Roncadelle 54,01%
Rovato 49,91%
Travagliato 56%

Ricordiamo che, per rispettare le norme di contenimento del contagio, gli elettori sono invitati a rispettare delle regole precise: obbligatorio indossare la mascherina, disinfettare le mani con gel idroalcolico all’ingresso e prima di ricevere scheda e matita copiativa, oltre a mantenere la distanza di un metro sia dentro i seggi che durante l’attesa. I volontari della Protezione civile sono all’opera fuori dalle sedi per evitare assembramenti e garantire la precedenza a anziani e donne incinte. Gli elettori sono invitati ad evitare di recarsi a votare «in caso di sintomatologia respiratoria» e febbre superiore a 37,5 gradi.

Previsti seggi speciali negli ospedali (in città al Civile, Poliambulanza, Sant’Anna e Città di Brescia) per consentire il voto a chi è in quarantena per il Covid o ricoverato. Anche chi si trova in isolamento domiciliare può votare, chiedendo la consegna della scheda a casa al proprio Comune, anche fino all'ultimo minuto.

 

Articoli in Brescia e Hinterland

Lista articoli