Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Brescia e Hinterland

FEMMINICIDIO

Uxoricida assolto per «delirio di gelosia»: la Procura impugna


Brescia e Hinterland
26 feb 2021, 12:59
Gli investigatori al lavoro in via Lombroso - Foto Gabriele Strada /Neg © www.giornaledibrescia.it

Gli investigatori al lavoro in via Lombroso - Foto Gabriele Strada /Neg © www.giornaledibrescia.it

Ricorso depositato. Il sostituto procuratore Claudia Passalacqua ha impugnato la sentenza di assoluzione pronunciata dalla Corte d’Assise di Brescia nei confronti di Antonio Gozzini, l’uomo, 79 anni, che nella notte tra il 3 e il 4 ottobre 2019 ha ucciso con un coltello da cucina la moglie Cristina Maioli, di 62 anni, insegnante dell’Itis Castelli. L'uomo fu assolto in primo grado per vizio totale di mente dovuto ad un delirio di gelosia. Ma la Procura contesta la decisione dei giudici.

Articoli in Brescia e Hinterland

Lista articoli