Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Brescia e Hinterland

SALUTE

Medici di famiglia, scatta la rivoluzione: in ambulatorio si faranno gli esami di base


Brescia e Hinterland
7 ago 2022, 06:00
Si ampliano le opportunità di diagnosi negli ambulatori - Foto © www.giornaledibrescia.it

Si ampliano le opportunità di diagnosi negli ambulatori - Foto © www.giornaledibrescia.it

Si chiama «presa in carico totale». Partirà tra settembre ed ottobre in via sperimentale in alcuni ospedali della Lombardia e sarà riservata alle persone che hanno subito un intervento chirurgico oncologico. La novità debutterà in tredici strutture e interesserà migliaia di persone che, dopo essere state operate per un tumore, hanno bisogno di essere periodicamente seguite per almeno cinque anni. Delle tredici strutture, due sono bresciane. In una, la Asst Valcamonica con riferimento l’ospedale di Esine, in realtà la sperimentazione è già partita. L’altra è l’Asst Spedali Civili, una delle realtà pubbliche più importanti della Regione, non solo per mole di attività.

Articoli in Brescia e Hinterland

Lista articoli