Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

SALUTE MENTALE

«Metamorfosi», sette spettacoli raccontano la fragilità dell’uomo


Tempo Libero
14 mar 2019, 14:07
METAMORFOSI FESTIVAL 2019

Dalla Torre Cimabue al Museo Santa Giulia, dal Capitolium a via Milano: torna il «Metamorfosi Festival», portando il racconto della fragilità in alcuni luoghi della città.

Organizzata da Teatro19 con l’Unità operativa psichiatrica 23 dell’Asst Spedali Civili e Animali Celesti di Pisa, la quinta edizione del Festival dedicato alla salute mentale si svolgerà seguendo una mappa che mette in contatto gli spazi alti della cultura e del teatro e le periferie cittadine.

Con 7 spettacoli, e poi concerti, incontri e workshop. Il prequel sarà domenica con un laboratorio pomeridiano alla Rsa Arici Sega, ma la kermesse entrerà nel vivo sabato 23 marzo con «Il Minotauro», un’azione teatrale fra il Viridarium e il Capitolium, e proseguirà per tutta la settimana. Fra novità del cartellone, illustrato in Sala Giunta da Valeria Battaini, Francesca Mainetti e Roberta Moneta di Teatro19 (presenti il vicesindaco Laura Castelletti, l’assessore Marco Fenaroli e il direttore del Ctb Gian Mario Bandera), spiccano le attività alla Torre Cimabue e in via Milano.

Il 25, il 26 e il 29 marzo la palazzina ospiterà lo spettacolo «D.IO o D.ell’inferno quotidiano» della Compagnia Laboratorio Metamorfosi con Teatro 19, realizzato con le cooperative La Rete ed Elefanti Volanti.

Qui il 29 si terrà anche il primo appuntamento di Recovery City Lab, un incontro pubblico sul quartiere San Polo. Il secondo sarà il giorno dopo in via Milano, dove si ripercorreranno i progetti di rigenerazione urbana con una camminata.

Sul palcoscenico, invece, gli ospiti d’onore saranno Benedetta Barzini, il 21 marzo al Mo.Ca con «Non ho niente da dire» insieme a Gianluca De Col, e Antonio Rezza, che chiuderà il festival domenica 31 con un incontro e lo spettacolo «Anelante» al Teatro Sociale (biglietti in vendita a costo ridotto fino al 20). Spazio anche alla musica, con il concerto di Angela Kinczly al Mo.Ca il 29 marzo. Il programma completo è disponibile su www.teatro19.com, mentre i biglietti per gli spettacoli saranno acquistabili presso le biglietterie del Teatro Sociale e della Residenza I.Dra al Mo.ca, e su www.vivaticket.it. Il Festival fa parte di Recovery.net, progetto finanziato dalla Fondazione Cariplo.

Articoli in Tempo Libero

Lista articoli