Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Calcio

L'INTERVISTA

Cellino, cinque anni di Brescia in altalena: «Tornassi indietro non rientrerei in Italia»


Sport
Calcio
10 ago 2022, 06:00
Massimo Cellino il giorno della sua presentazione ad agosto 2017 - Foto New Reporter Zanardelli © www.giornaledibrescia.it

Massimo Cellino il giorno della sua presentazione ad agosto 2017 - Foto New Reporter Zanardelli © www.giornaledibrescia.it

Cinque anni. Così intensi, così in giostra, da sembrare almeno il triplo. Dal 10 agosto del 2017 il Brescia ha cambiato pelle e volto diventando, nel bene e nel male, la personificazione di Massimo Cellino che un lustro fa come oggi raccolse il testimone del club dall’imprenditore bresciano Marco Bonometti, insieme salvatore e traghettatore della società che era sulla soglia della sopravvivenza.

In cinque anni ne sono accadute di tutti i colori: c’è una società totalmente risanata nei conti e nelle finanze, ma per contro, a forza di turbolenze d’ogni tipo è mancato il salto di qualità sul versante sportivo. E giunti al punto di cinque anni solari - con 4 stagioni complete - a firma dell’imprenditore sardo, finito in una tempesta giudiziaria, dove e come collocare il «progetto Brescia»?

Ecco l'intervista di bilancio a Massimo Cellino.

Articoli in Calcio

Lista articoli