Arie d’opera, motori e salsedine: la Mille Miglia si corre tra passi e lungomare

Francesca Roman
La seconda tappa della Mille Miglia è partita dal Piemonte, ha attraversato la Liguria e si è conclusa ieri, mercoledì 12 giugno, in Toscana
Mille Miglia 2024, la seconda tappa da Torino a Viareggio - 1
AA

«Un bel dì vedremo levarsi un fil di fumo», cantava Madama Butterfly. Al porto di Genova non c’era la nave di Pinkerton, ma i gioielli a motore della Mille Miglia, che non hanno di certo sfigurato tra gli yacht multipiano in bella mostra sulle banchine. Dal Piemonte alla Toscana, attraverso la Liguria, la seconda tappa della Mille Miglia è stata idealmente accompagnata dalle note di Giacomo Puccini, di cui ricorrono i cento anni dalla morte.

Piemonte

Ieri sera, nel teatro di Torre del Lago, frazione di Viareggio dove il Maestro abitò e scrisse le sue arie più famose, si sono alzati i «lieti» calici (ci sia concessa una variazione verdiana), a conclusione della giornata di gara. Gara che era cominciata, dopo la partenza dal Palavela di Torino, con le prove cronometrate a Mombaruzzo. Un cielo plumbeo, spruzzato qua e là di sereno, sovrasta le colline tappezzate di vigneti delle Langhe e poi del Monferrato.

La carovana storica prosegue nel suo percorso inedito, attraversando Acqui Terme, con un controllo timbro nella piazza de La Bollente. Dove l’acqua calda sale dalla terra, la pioggia fredda scende dal cielo, ma non scoraggia gli amanti delle «vecchie signore». I più impavidi si arroccano sulle curve del Passo Bric Breton, tra il Piemonte e la Liguria, e del Passo del Faiallo, avvolto da una nebbia surreale, neanche fosse un effetto speciale hollywoodiano. Lungomare.

Liguria

Il mar Ligure si fa desiderare più del dovuto, ma poi si offre generoso allo sguardo degli equipaggi in arrivo a Genova. «Quando la luce ha un piede in terra e un altro in mare» cantava De André: la città della Lanterna accoglie con il sole (finalmente) la Freccia Rossa negli ex magazzini del cotone per la pausa pranzo, e poi lungo le eleganti vie del centro fino in piazza Vittoria per il controllo timbro.

Mille Miglia 2024, la seconda tappa da Torino a Viareggio - 2

Le scocche colorate proseguono la loro marcia lungo la statale Aurelia, schiacciata tra montagna e onde, con le ville liberty ammantate di edera e bouganville: Recco, Camogli e Rapallo, poi Chiavari fino a Sestri Levante. La Spezia è l’ultima città ligure a omaggiare il passaggio della rievocazione, anche con le prove cronometrate all’interno dell’Arsenale Militare Marittimo.

In terra toscana è Marina di Massa a dare il benvenuto alla Freccia Rossa: le vetture percorrono la Versilia fino a raggiungere Viareggio dove, nei pressi del Principino, c’è il consueto timbro, seguito dalle nuove prove cronometrate lungo la Passeggiata. Vesco è ancora in testa alla classifica. Stamattina si riparte all’alba… «Vincerò».

Riproduzione riservata © Giornale di Brescia

Icona Newsletter

@Buongiorno Brescia

La newsletter del mattino, per iniziare la giornata sapendo che aria tira in città, provincia e non solo.