Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Gusto e dintorni

FORMAZIONE

Cast Alimenti, anno accademico al via con Massari e Camanini


Cucina
Gusto e dintorni
8 gen 2020, 20:24

«Ciò che conta sono i fatti, perché la parole volano, quindi: ricordatevi che il tempo che avete è poco, ed è il vostro bene più prezioso, mettetelo a frutto per studiare, imparare, crescere. Amate questo lavoro e se sentite il sacrificio, allora non è la vostra strada». 

È un condensato di esperienza e saggezza quella che il maestro Iginio Massari dispensa alle nuove leve di Cast Alimenti - la scuola di formazione dedicata alle professioni della ristorazione - che nel pomeriggio ha inuagurato l'anno accademico 2020.

Un saluto avvenuto nei nuovissimi spazi della Torre Green, estensione ed evoluzione del polo di formazione nato 23 anni fa in via Serenissima da un'intuizione proprio di Massari, oggi presidente onorario, Vittorio Santoro, co-fondatore, socio di maggioranza e direttore della scuola e grazie alla presenza e al lavoro degli altri soci e azionisti:  IEG (ItalianExhibition Group Spa, l'azienda bergamasca Pavoni Italia, gli imprenditori Franco e Pierpaolo Foglio di Arte Bianca e Maria Cristina Farina. 

Proprio il direttore Santoro ha voluto ricordare la filosofia che anima la scuola: «La formazione non si ferma mai, è un percorso che prende contenuti dal passato, ma per portare verso il futuro». Proprio seguendo questo indirizzo, la scuola, diventata ormai polo di riferimento per chi si muove nell'ambito del gusto, sia a livello nazionale che internazionale, si aggiorna nelle proposte di formazione, nella modalità e nei contenuti, anno dopo anno. 

L'anno accademico si è aperto nel segno dell'eccelenza con una lectio magistralis che lo stellato Riccardo Camanini alla guida di Lido 84 a Gardone Riviera, ha condotto, durante la giornata, a una trentina di professionisti della ristorazione. Un percorso di confronto e formazione sul futuro della cucina moderna. «Sono 33 anni che calpesto e frequento la cucina, oggi sono emozionato nel rendermi conto di parlare poco dopo Iginio Massari, un mentore per me già all'inizio della mia carriera. Guardo con ammirazione Cast, questa creatura che offre a molti l'occasione di imparare l'artiginalità di questo mestiere. Se ben interpretato permette, a chi lo sceglie, di potersi esprimere attraverso le materie prime che si scelgono. Questo è un luogo vibrante in cui si percepisce entusiamo e interesse. Viva la cucina». 

Dall'anno della fondazione, il 1997, l'offerta formativa di Cast è andata crescendo, coinvolgendo sempre più allievi e professionisti grazie ai tra grandi filoni: Alta Formazione per chi vuole impare un mestiere, Specializzazione per i professionisti che continuano ad aggiornarsi e Scuola di impresa, dedicata alla festione e organizzazione aziendale. In un anno sono circa 2.500 i partecipanti ai corsi, 1.900 quelli che aderiscono alla Specializzazione, 450 coloro che si diplomano attraverso l'Alta Formazione. 

Per quanto riguarda la proposta del 2020 ancora una volta si rinnova la formazione per tutti i mestieri del gusto sul lungo periodo, ed è questa la peculiarità, unica in Italia, di Cast. Durante l'anno appena iniziato dunque si dipaneranno le nove edizioni del corso per Pasticcere, le due edizioni del nuovo indirizzo Pasticcere da ristorazione e le due edizioni del corso Cuoco. All'appello non mancano i corsi per Panificatore, Gelariere, Cioccolatiere, Pastaio gastronomico, Pizzaiolo e Barman. 95 invece saranno i corsi per i professionisti per un totale di 220 giornate di lezioni. 

 

 

Articoli in Gusto e dintorni

Lista articoli