Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Gusto e dintorni

IL PREMIO ONE TO WATCH

Lido 84 è per la 50 Best Restaurants: «Da tenere d'occhio»

Redazione Web

Cucina
Gusto e dintorni
29 mag 2019, 12:39

Un premio che la dice lunga sull’ascesa del «nostro» Riccardo Camanini alla guida del Lido 84 a Gardone Riviera. Il ristorante a gestione familiare sul Lago di Garda, infatti, viene riconosciuto ufficialmente come stella nascente nella scena della ristorazione globale da The World’s 50 Best Restaurants aggiudicandosi il premio Miele One To Watch.

 

 

 

Il ristorante Lido 84 - Foto tratta da Fb

Questo ambìto premio celebra i talenti emergenti a livello globale e riconosce un ristorante che si trova fuori dalla lista 1-50, ma che possiede il potenziale per poter scalare la classifica di The World’s 50 Best Restaurants, nel futuro.

Allo chef Riccardo Camanini e a suo fratello e co-proprietario Giancarlo Camanini, che si occupa dell’accoglienza in sala, verrà consegnato il prestigioso riconoscimento durante la cerimonia di premiazione di The World’s 50 Best Restaurants 2019 presso Marina Bay Sands a Singapore il 25 giugno.

Lo chef Riccardo commenta: «Siamo davvero sorpresi e non ci aspettavamo un tale e auspicabile riconoscimento a livello internazionale». Giancarlo aggiunge: «Essere in classifica con tutti coloro che rappresentano la migliore eccellenza gastronomica internazionale ci lascia senza parole».

Il piatto firma dello chef, cacio e pepe «en Vessie» (di cui vi diamo la ricetta che Camanini raccontò per i lettori del Giornale di Brescia), è una versione del famoso piatto romano i cui ingredienti sono pasta, formaggio e pepe, presentato a tavola all’interno di una vescica di maiale gonfiata.

La sorpresa del taglio della vescica rigonfia con la scoperta della pasta cacio e pepe all’interno - Foto © www.giornaledibrescia.it

Questo piatto combina dei meravigliosi aromi e sapori con un pizzico di teatralità, e nonostante sia nato da poco, è già diventato un cult classico. I due fratelli hanno lavorato diligentemente per assicurarsi che i piatti della loro cucina e che l’esperienza culinaria in generale siano armonici.

«Ci ispiriamo al concetto di bellezza - dice Giancarlo -. La bellezza si manifesta in davvero molti modi: non parliamo solamente del design di interni, dell’allestimento e della disposizione dei tavoli, dei giardini o del luogo nel quale si trova il ristorante; noi vediamo la bellezza anche nel lavorare insieme come una famiglia, concetto che si rispecchia anche nei membri del nostro team: alcuni di loro lavorano con noi sin dalla nascita del nostro ristorante a marzo del 2014».

Gli interni de Il Lido 84 - Foto tratta da Fb

William Drew, direttore dei contenuti di The World’s 50 Best Restaurants, commenta: «È un piacere dare il benvenuto a Lido 84 nella famiglia di The World’s 50 Best Restaurants mentre continua a far crescere la sua reputazione e presenza non solo in Italia ma anche a livello internazionale. Per questa ragione, il ristorante è stato riconosciuto come una delle destinazioni culinarie più promettenti al mondo. Diamo le nostre più sincere congratulazioni a Riccardo e a Giancarlo, oltre che al loro team per questo riconoscimento ben meritato».

Nel passato, questo ristorante era un lido rétro, o una piscina all’aria aperta, di proprietà di una anziana signora e della sua famiglia. È stato aperto nel 2014: i fratelli rispettarono le origini del sito, apportando poche modifiche all’edificio originale e ispirandosi ai colori del lago per il design degli interni. Il meraviglioso panorama sulle acque, ammirabile dalla terrazza esterna, apporta di certo un valore aggiunto all’esperienza culinaria.

La vista sul lago dai tavoli del ristorante Lido 84 - Foto tratta da Fb

La provenienza è fondamentale per la filosofia culinaria del ristorante, che ha piatti che si ispirano ai paesaggi limitrofi del Lago di Garda, tra cui si citano il latte crudo di montagna utilizzato per produrre il gelato fior di latte, il formaggio Bagòss per i piatti di tortellini, il luccio proveniente dal Lago di Garda, l’anguilla, l’olio d’oliva, i limoni ed i fiori di glicine provenienti dalle colline per decorare i dessert.

Articoli in Gusto e dintorni

Lista articoli