Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Chef per una notte

LEZIONI DI CHEF

Pasticceria fresca, da forno e sotto zero per il 2 dicembre


Cucina
Chef per una notte
15 nov 2019, 11:15
Il mascarpone

Il mascarpone

Sarà una serata dolcissima: parola di chef Gabriele Bozio, che per la seconda lezione di Chef per una notte, lunedì 2 dicembre, metterà sul piatto tre ricette da leccarsi i baffi. Dopo la prima serata, dedicata al pollo, ora passiamo al dessert.  Tre dolci, essendo lui pasticciere navigato: specializzato negli ambiti di pasticceria salutistica, gelateria, pasticceria da ristorazione e pasticceria salata, Bozio è Executive Manager di Cast Alimenti, consulente e alle spalle ha una solida esperienza nella progettazione e realizzazione di percorsi formativi nel settore gastronomico, presso i più rinomati centri professionali d’Italia.

Ora, anche docente d’eccezione per le lezioni di Chef per una notte: «Seguo questa iniziativa praticamente da quando è nata - spiega il maestro Bozio -, ma in genere come chef di supporto alla serata conclusiva. È dunque un progetto che conosco da parecchi anni, anche se è la prima volta che lo affronto da docente: un progetto molto interessante, che permette ai partecipanti di crescere. Che poi è lo spirito che muove anche Cast Alimenti».

Il maestro Gabriele Bozio. © www.giornaledibrescia.it

Cosa preparerà chef Bozio lunedì 2 dicembre? Tre dolci, ovviamente. Ingrediente principe della lezione sarà il mascarpone della Centrale del Latte di Brescia, partner della serata: «Un prodotto - evidenzia il maestro - presente in molti dolci, sia classici sia moderni. La sua cremosità e persistenza lo rendono ideale per preparazioni di vario genere, ma certamente dà il proprio massimo nell’abbinamento con il caffè: pensando al mascarpone, viene subito in mente il tiramisù».

E ci sarà il tiramisù alla lezione? Sì, ma rivisitato: lo chef ha in mente di «riprodurre il classico tiramisù in una nuova versione, che inverta le parti tra caffè e mascarpone». Sarà, questa, la ricetta di pasticceria fresca. Ma Bozio intende prepararne altre due, un dolce da forno e uno sotto zero: il primo sarà servito tiepido e vedrà come ingrediente abbinato al mascarpone frutti acidi, che ne equilibreranno la presenza di grasso; il secondo, quello sotto zero, punterà a valorizzarne il sapore di latte abbinandolo a un prodotto alcolico, forse una grappa alle pere.

Per iscriversi alle lezioni, come sempre, è necessario aver presentato almeno una ricetta nel portale di Chef per una notte

Articoli in Chef per una notte

Lista articoli