Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Italia ed Estero

SCELTA SIMBOLICA

V-Day: chi saranno i primi bresciani a essere vaccinati

Redazione Web

Italia ed Estero
23 dic 2020, 13:55
I PRIMI VACCINI CONTRO IL COVID

Ottavio Di Stefano, presidente dell'Ordine dei medici, e Stefania Pace, presidente di quello degli infermieri, saranno tra i primi bresciani a ricevere la dose di vaccino contro il Covid. Con loro, all’ospedale Civile di Brescia, ci saranno tra gli altri un rappresentante degli operatori sociosanitari e uno degli addetti ai servizi.

Sarà domenica 27 dicembre, come nel resto dell'Europa, il V-day in Lombardia: giorno in cui simbolicamente si apre la campagna vaccinale con i preparati della Pfizer-Biontech. A dare l'annuncio della partenza in regione delle vaccinazioni è stato questa mattina Giulio Gallera, assessore alla Sanità.

Le prime dosi arriveranno a Milano all'ospedale Niguarda nella mattinata di domenica e saranno distribuite in 14 luoghi simbolo della Regione: gli Spedali Civili a Brescia e poi, fra gli altri, quelli di Alzano, Codogno, il Papa Giovanni di Bergamo e il Pio Albergo Trivulzio. Tra i nomi scelti a fare da testimonial ci sono i medici Massimo Galli, Fabrizio Pregliasco, Alberto Zangrillo e Antonio Pesenti.

Presumibilmente le prime inoculazioni avverranno nel pomeriggio, dopo che saranno arrivate in automedica all'interno di scatole termiche studiate per mantenere le dosi alla giusta temperatura di conservazione.

La vera campagna dovrebbe partire poi dai primi di gennaio, 65 le sedi individuate in tutta la regione deputate a conservare le fiale e a distribuire i vaccini. Tre le settimane previste per completare il primo giro di vaccinazioni: partendo dagli hub, a seguire sarà il turno di tutti gli ospedali e poi delle Rsa, a cui si aggiunge anche il personale del sistema di emergenza-urgenza e i soccorritori.

 

Articoli in Italia ed Estero

Lista articoli