Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Brescia e Hinterland

LA PANDEMIA

Record di nuovi positivi nel Bresciano: sono 1.325 in 24 ore


Brescia e Hinterland
3 mar 2021, 17:36
Tamponi al centro di via Morelli, in città - Foto Marco Ortogni/Neg © www.giornaledibrescia.it

Tamponi al centro di via Morelli, in città - Foto Marco Ortogni/Neg © www.giornaledibrescia.it

Nuovo record di contagi da coronavirus in provincia di Brescia: i 1.325 test positivi delle ultime 24 ore rappresentano un massimo storico dall’inizio della pandemia. C’entrano anche i tamponi, notevolmente aumentati rispetto alla prima ondata, ma c’entra soprattutto la corsa del coronavirus anche a causa della variante inglese, ormai prevalente nel nostro territorio, passato la scorsa settimana dalla zona gialla a quella arancione rafforzato.

Il dato bresciano è il secondo più alto a livello nazionale, davanti c’è solo Napoli con 1.487 contagi. La nostra provincia supera per l’ennesima volta Milano, dove i nuovi contagi sono 1.026, terzo dato più alto nel Paese.

Complessivamente, in Italia, i nuovi positivi sono 20.844, con 358mila tamponi. Dei nuovi casi, 4.590 si trovano nella sola Lombardia (55mila tamponi), ancora una volta la regione più colpita, seguita da Campania (2.635) ed Emilia-Romagna (2.456). 

Sono inoltre 347 i decessi nel nostro Paese, dato che porta il totale a 98.635.

Tornando alla provincia di Brescia, anche la situazione negli ospedali si fa più pesante: domenica c'erano 843 ricoverati nel Bresciano, di cui 69 in terapia intensiva, saliti ora a 967, di cui 88 in terapia intensiva. Solo al Civile, i pazienti sono 380, di cui 34 in terapia intensiva. Sempre negli ultimi tre giorni, i ricoverati nei centri di riabilitazione sono passati da 97 a 117.

Lo scenario della pandemia è in rapido peggioramento, dunque. Il consulente della Regione Lombardia, Guido Bertolaso, ritiene che tutta Italia, tranne la Sardegna, si sta «rapidamente, a passi lunghi, avvicinando alla zona rossa». Al momento, la regione resta arancione, in attesa delle decisioni del Ministero, attese per la fine della settimana.

Non sono però solo i contagi a preoccupare. In tutta Italia non si arresta la graduale crescita dei ricoverati: nei reparti ordinari sono 19.763 (+193), mentre nelle terapie intensive vi sono 2.411 degenti (+84) con 222 nuovi ingressi.

Per concludere la panoramica sulla pandemia, ecco i principali dati lombardi. In terapia intensiva ci sono 506 pazienti (+30), mentre nei reparti ordinari ce ne sono 4.545 (+137). I nuovi decessi sono 60, 28.518 in totale. Questa i numeri delle province: 

Milano: 1.026 di cui 431 a Milano città;
Bergamo: 249;
Brescia: 1.325;
Como: 295;
Cremona: 165;
Lecco: 139;
Lodi: 63;
Mantova: 217;
Monza e Brianza: 356;
Pavia: 279;
Sondrio: 83;
Varese: 296.

 

 

 

Articoli in Brescia e Hinterland

Lista articoli