Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Brescia e Hinterland

DENTRO L'AZIENDA

Caffaro, restano 19 lavoratori a salvare la città dai veleni


Brescia e Hinterland
23 giu 2021, 06:50
L'interno della Caffaro durante il sequestro del 9 febbraio 2021 - Foto © www.giornaledibrescia.it

L'interno della Caffaro durante il sequestro del 9 febbraio 2021 - Foto © www.giornaledibrescia.it

Adesso sono rimasti in diciannove. L’altro volto della vicenda Sin Caffaro è una garanzia che si chiama lavoratori: le sentinelle della cittadella industriale incuneata tra le vie Nullo, Milano e Morosini non si sono mai schiodate dal loro posto, anche quando le garanzie sono state pari a zero, per mantenere in funzione la «diga anti-veleni», per procedere con le operazioni di messa in sicurezza e, soprattutto, con i lavori di dismissione degli impianti.  Un iter, quello della dismissione, che - inutile negarlo - sta procedendo decisamente a rilento rispetto alla tabella di marcia originaria, che prevede comunque la conclusione dei lavori e la chiusura dei cancelli sul finire di ottobre.

Articoli in Brescia e Hinterland

Lista articoli