Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

IL DELITTO

«Mi volevate togliere Mara e io l’ho tolta a voi»


Bassa
2 dic 2019, 07:19
MARA, ATTESA PER I FUNERALI

In attesa della data del funerale. Di potersi stringere attorno a lei e darle l’estremo saluto. Così vive Brandico i giorni dopo l’omicidio di Mara Facchetti, la 46enne uccisa la notte tra giovedì e venerdì dall’uomo con il quale aveva una relazione da qualche tempo e che, dopo la terribile sequenza di bastonate mortali, si è tolto la vita.

Sulla data delle esequie della donna pesa l’esecuzione dell’autopsia che è in programma in queste ore. La Procura della Repubblica di Brescia, davanti ad un quadro che non lascia spazio a dubbi, vuole comunque fare luce su tutte le circostanze dell’omicidio-suicidio.

 

Sul movente paiono non esserci dubbi: Moustafa El Chani, così si chiamava il 32enne marocchino compagno di Mara, ha inviato messaggi scritti e vocali alla madre e ad un’amica della 46enne: «Volevate allontanarci a tutti i costi, ora lei è morta» avrebbe scritto l’uomo alla madre di Mara Facchetti poco dopo averla uccisa, poco prima di togliersi la vita.

Articoli in Bassa

Lista articoli