Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

BAGOLINO

Addio all'artista Antonio Stagnoli: aveva 93 anni


Valsabbia
24 ott 2015, 19:19
E' MORTO ANTONIO STAGNOLI

Antonio Stagnoli è morto nella mattinata a Bagolino, dove era nato 93 anni fa. Quasi un secolo di vita dedicato all’arte, alla celebrazione di un paesaggio umano che traeva spunto dalla sua Valsabbia, popolato di contadini, maschere bagosse, animali quasi umanizzati e figure della montagna che gli era più prossima, come pure segnato da una natura che nei tratti forti della penna e del pennello risultavano rubricati comunque alla voce fatica di esistere.

Sordomuto dalla più tenera infanzia e orfano di padre, si rivelò ben presto dotato di un talento per la pittura che, esaltato dalla formazione all’Accademia di Brera, lo ha accompagnato attraverso i decenni, portandolo a rappresentare proprio quelle asprezze del vivere che lui per primo aveva sperimentato. Testimonianza della sua opera - accolta nel 2011 anche dalla Biennale di Venezia - è viva ora più che mai nella sua Bagolino, che ospita una esposizione permanente al Palazzo della Cultura, grazie alla donazione che lo stesso Stagnoli fece alla Fondazione della Comunità Bresciana. Un segno chiaro del legame profondo con la terra bagossa che ora lo piange.

La sua biografia ha ispirato anche Elisabetta Sgarbi che ne aveva tratto un film documentario («Fantasmi di voce») e il fotografo Gianni Berengo Gardin, il cui ultimo progetto («Antonio Stagnoli e la sua terra»), dedicato proprio a Stagnoli è di prossima pubblicazione.

Saranno certo in molti che, avendolo amato per la sua arte, come per la sua ironia, la sua mitezza e il sorriso mai sopito, vorranno volgergli l’estremo saluto in occasione dei funerali fissati per lunedì alle 15 nella parrocchiale di S. Giorgio di Bagolino, partendo dalla casa di riposo Versa Dalumi in cui era ricoverato da alcuni giorni e in cui si è spento.

 

 

Articoli in Valsabbia

Lista articoli