Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

IL GIALLO

Cadavere a pezzi, iniziati accertamenti: viso sfregiato dal fuoco


Valcamonica
21 mar 2022, 13:01

Sono iniziate nei laboratori dell’Istituto di medicina legale degli Spedali civili di Brescia gli accertamenti sui resti umani trovati in un dirupo a Borno, lungo la strada che collega la Valle Camonica alla Val di Scalve, nella Bergamasca.

Il sostituto procuratore Lorena Ghibaudo ha affidato l’incarico al medico legale Nicoletta Cerri per provare a dare un’identità al cadavere di donna fatto a pezzi e occultato in quattro sacchi neri infilati nei rovi a poca distanza dalla strada che collega le due valli e le due province.

Impossibile al momento stabilire l’età della vittima, anche perché il volto è stato sfregiato, con molta probabilità con il fuoco. Si stanno vagliando le denunce di scomparsa per capire se possano esserci riscontri.

Articoli in Valcamonica

Lista articoli