Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

DAL GDB A PALAZZO MARTINENGO

In mostra la vita quotidiana di «Brescia sotto le bombe»


Tempo Libero
13 ott 2018, 12:23
BRESCIA SOTTO LE BOMBE

La città ferita. Le vite stravolte, se non lacerate per sempre. I luoghi consueti resi talvolta quasi irriconoscibili. Eppure è proprio nell'evidenza di edifici sventrati e strade ingombre di calcinacci e polvere, oltre che di disperazione, che si trova la forza narrativa e documentaristica della mostra «Brescia sotto le bombe (1940-1945)».

Una pagina dolorosa della nostra storia che costò oltre 1.300 vite nel Bresciano e 430 solo in città. La raccontano perfettamente le fotografie, i filmati, i racconti di chi c’era oppure di chi ha raccolto il testimone dai parenti. Immagini, documenti, riviste, giornali, manifesti, tessere del razionamento, pagelle scolastiche, memorie private, passaporti e tanto altro: centinaia di pezzi che compongono la mostra che si apre oggi alle 18 a Palazzo Martinengo in via Musei.

I racconti e i documenti proposti sono quelli raccolti dagli storici Roberto Chiarini ed Elena Pala, che accanto agli archivi hanno voluto dare voce e spazio ai  ricordi dei bresciani. Il percorso che ha portato alla rassegna, infatti, comprende cinque Collection Days promossi dal Giornale di Brescia, con decine di persone che hanno portato cimeli e racconti.

Articoli in Tempo Libero

Lista articoli