Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Viaggi

TURISMO DI CASA NOSTRA

Cosa fare a Ferragosto: 10 meraviglie di Brescia da riscoprire


Passioni
Viaggi
14 ago 2019, 13:06
Lo spettacolo di Tignale, a picco sul lago di Garda

Ammettiamolo: «cosa facciamo a Ferragosto?» è una delle domande più temute. Passi la sindrome collettiva della disorganizzazione cronica di Capodanno o Pasquetta, ma al 15 agosto - complice il clima estivo e l'iperattività vacanziera - sono molti i bresciani che vorrebbero un'alternativa ai grandi evergreen, come la grigliata in compagnia o la capatina al mare (e chi la tollera la coda in autostrada per un mordi e fuggi?).

Senza contare poi l'ansia da prestazione per voler proporre a amici e famiglia nuove attività, magari da alternare ai grandi evergreen, come la scampagnata in Maddalena e la passeggiata a Sirmione. Esperienze magnifiche, ma la nostra provincia offre delle alternative avvincenti e assolutamente da provare, spesso sconosciute alla maggior parte dei bresciani, eppure meritevoli.

Ecco allora un elenco di dieci spunti per la giornata ferragostana, ma che torneranno sempre validi in ogni occasione.

 

1. Il Parco delle Fucine e Ferrate a Casto

A Casto, avventura e vita all'aria aperta per gli amanti della natura - © www.bresciatourism.it

Se siete amanti delle passeggiate e cercate anche un tocco di adrenalina, il Parco delle Fucine di Casto - che sorge tra la Valtrompia e la Valsabbia - è un mix di natura, sport e relax. Tra un ponte tibetano e un percorso da trekking, il divertimento è assicurato. Info: ferratecasto.com

 

2. L'eremo di San Valentino a Gargnano

Un paesaggio mozzafiato a strapiombo sul lago, raggiungibile con una passeggiata breve e adatta a tutti. Il punto di partenza è Sasso, frazione di Gargnano, dove si prende il sentiero che attraversa alcuni campi e un bosco. Lungo l’itinerario si possono ammirare il lago di Garda e il Baldo. L'eremo, secondo la leggenda, fu costruito dagli abitanti del paese per sfuggire alla peste del 1630: una chiesetta tutt’uno con la parete di roccia cui è addossata.

 

3. La miniera Marzoli di Pezzaze

L'interno della Miniera Marzoli di Pezzaze - © www.giornaledibrescia.it

A bordo del trenino giallo, scoprire la storia delle miniere triumpline diventa un viaggio avvincente per grandi e piccini. Entrando nel cuore della montagna per circa 700 metri è possibile scoprire, lungo un percorso a piedi accompagnato da guide esperte, la storia della Marzoli di Pezzaze, chiusa nel 1972 e che dal 1999 accoglie migliaia di visitatori. Info: miniereinvaltrompia.com

 

4. La chiesa di Santa Maria della Neve a Pisogne

Nella chiesa di Santa Maria della Neve non c'è che restare a bocca aperta - © www.giornaledibrescia.it

Sotto lo spuntone di roccia reciso dalla strada che conduce alla frazione Faine, sorge una perla d'architettura: la chiesa di Santa Maria della Neve a Pisogne. Costruita nel XV secolo, custodisce un preziosissimo ciclo di affreschi del Romanino, che rappresentano la Passione di Cristo. Una tappa irrinunciabile per gli appassionati di arte.

 

5. La Torre di San Fedele a Palazzolo sull'Oglio

Non tutti lo sanno, ma a Palazzolo sorge la torre campanaria a sezione circolare più alta d'Europa. Si tratta della Torre di San Fedele (nota anche come Torre del Popolo), che si erge per 91 metri su campi e case a perdita d'occhio. Costruita a inizio '800, è visitabile durante i giorni festivi, da marzo fino a ottobre. Per info: 030.7405522.

 

6. Il Forno Fusorio di Tavernole sul Mella

L'interno del Forno Fusorio di Tavernole sul Mella

Un vero e proprio monumento di archeologia industriale, attivo fin dal XV secolo, dove si respira l'atmosfera di una maestosa cattedrale del lavoro. Là dove il minerale di ferro veniva trasformato in ghisa, i visitatori del museo possono rivive il fascino dell’acqua, del metallo e del fuoco, proprio là dove anche Leonardo da Vinci venne a curiosare. Per info: scoprivaltrompia.it

 

7. La centrale idroelettrica di Cedegolo

L'interno della centrale idroelettrica di Cedegolo - © www.musilbrescia.it

Il percorso espositivo del Museo dell'energia di Cedegolo - ospitato nei locali della vecchia centrale idroelettrica - è concepito come un'esperienza multisensoriale e interattiva dove è possibile ascoltare, guardare, toccare e sperimentare. Adatto anche ai bambini, al suo interno si organizzano anche visite guidate e laboratori. Info: musilbrescia.it

 

8. Il Santuario Montecastello di Tignale

Montecastello di Tignale - © www.giornaledibrescia.it

Il monumento per eccellenza di Tignale è il Santuario di Montecastello, che sorge su uno spuntone di roccia calcarea a picco sul lago di Garda. Visitarlo consente di godere di un panorama unico e spettacolare: con lo sguardo si spazia dalle alte cime del Monte Baldo alla penisola di Sirmione. Per info: tignale.org

 

9. Il Giardino botanico André Heller di Gardone Riviera

Specie vegetali provenienti da ogni parte del mondo, opere d'arte contemporanea e un'atmosfera paradisiaca: il Giardino Botanico André Heller è nato per volontà del suo fondatore, Arturo Hruska, e ora è aperto al pubblico. A pochi metri dal Vittoriale degli Italiani, vale una full immersion. Per info: hellergarden.com

 

10. Il sentiero delle cascate a Monticelli Brusati

È una delle attrazioni naturalistiche più conosciute della Franciacorta, raggiungibile attraverso due sentieri (uno più facile e uno per i più allenati), che partono entrambi dalla frazione Gaina di Monticelli Brusati. In un paio d'ore ci si troverà immersi in una vallata suggestiva, dove le cascate si intervallano a un piccolo canyon scavato dal torrente. Per info: visitlake.it

 

 

 

Articoli in Viaggi

Lista articoli