Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Chef per una notte

IN CAST ALIMENTI

Chef per una notte, sul trono triglie e quaglie


Cucina
Chef per una notte
17 gen 2020, 06:45
GRANDI MENTI IN CUCINA

Una quaglia «strabuonissima», una triglia con «abbinamenti straordinari» e una torta di rose «intrigante» con un gelato al burro «indimenticabile». Solo applausi per Massimo Fezzardi, lunedì sera nella terza lezione di Chef per una Notte. Tutto esaurito nell’aula magna di Cast Alimenti, mentre la diretta Facebook sulla pagina del GdB è stata seguita da circa 30mila persone (collegate anche da Parigi e da Fortaleza in Brasile), e migliaia le visualizzazioni delle stories su Instagram. La serata sarà comunque riproposta dallo speciale di Teletutto in onda mercoledì 22 gennaio alle 20.05, e in replica su Teletutto 2 domenica 26 alle 20.15.

Massimo Fezzardi durante la Lezione di Chef

«La qualità in tavola, dall’antipasto al dolce», filo conduttore del menù proposto dallo chef del ristorante Esplanade di Desenzano, una stella Michelin, che da dietro i fornelli ha raccontato con semplicità e umiltà i suoi piatti. «Ricette facili sì - fa notare sorridendo lo chef Beppe Maffioli - ma se le provate almeno una decina di volte».

Ogni portata è stata abbinata da Andrea Minoni di Stocchetti Beverage, che per l’occasione ha proposto Curtefranca Runcat di Vigna Dorata, birra Labi Venice Beach, Vodka Sour e Gin Tonic… rosa. «La cucina è memoria e la tradizione va riscoperta - racconta chef Fezzardi, mentre tocca il petto della quaglia per stabilirne la cottura, aggiunge i canestrelli crudi al risotto perché così sprigionano tutto il loro sapore di mare, e farcisce la triglia con i suoi fegatini per esaltarne il gusto e dare sapidità -. Ho scoperto la mia passione guardando mia nonna cucinare davanti alla stufa, e nei miei piatti cerco il ricordo di quei profumi, che arrivano sempre da materie prime di grande qualità».

La lezione ha registrato il tutto esaurito

«La sinergia con i produttori è un’arma vincente della nostra professione - sottolinea quindi lo chef -. È importante leggere sempre le etichette, anche a casa». Ne sa qualcosa Abele Almici, presidente del Comitato Soci Coop, partner della serata con i prodotti della linea Solidal e Frutti di Pace, che ha ricordato come nelle aste del pesce di Coop Lombardia si possa acquistare pesce sempre freschissimo (la prossima asta sarà al Flaminia di Brescia il 24 gennaio).

La lezione di Chef si è chiusa in dolcezza con la torta di rose destrutturata presentata dal pasticciere dell’Esplanade Mattia Pirlo, che ha «giocato» con la ricetta dando nuova forma agli ingredienti principali: spuma di zucchero, gelato al burro e crema al tuorlo. «In cucina bisogna divertirsi e provare - conclude chef Fezzardi - ma anche leggere, studiare e assaggiare molto».

 

 

Articoli in Chef per una notte

Lista articoli