Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Italia ed Estero

IL PUNTO

Kabul, i talebani prendono possesso del palazzo presidenziale

Redazione Web

Italia ed Estero
16 ago 2021, 07:51

I Talebani hanno preso possesso del palazzo presidenziale a Kabul su cui hanno issato la loro bandiera annunciando che «la guerra è finita», mentre il presidente Ghani è fuggito in Uzbekistan «per evitare un bagno di sangue». 

L'ipotesi di un governo di transizione dura per poche ore: gli insorti promettono la rinascita dell'Emirato islamico in una città piombata nel caos con migliaia di afghani che stanno cercando di abbandonare il Paese. Prosegue intanto l'evacuazione delle ambasciate e dei cittadini occidentali: ieri sera è partito da Kabul un primo ponte aereo italiano.

Nella notte le truppe Usa hanno blindato l'aeroporto per gestire le partenze in sicurezza mentre migliaia di afghani lo invadono per tentare di imbarcarsi sui voli internazionali.
Gli americani hanno anche sparato: migliaia di afghani hanno invaso le piste. «Ho molta paura _ ha detto un testimone -. Sparano colpi in aria. Ho visto una ragazza che veniva schiacciata».

Il segretario dell'Onu Guterres invita i talebani alla «moderazione». Oggi riunione del Consiglio di sicurezza.

L'ex vice capo dei talebani pachistani (Ttp) Maulvi Faqir Muhammad è stato rilasciato da una prigione. Era stato arrestato dalle forze di sicurezza afghane nel 2013 e da allora era detenuto nel carcere di Pul e Charkhi a Kabul. «Ci congratuliamo con l'intera Ummah musulmana per il rilascio di Maulvi Faqir», ha detto il portavoce del Ttp Muhammad Khorasani in una dichiarazione e ha anche rilasciato una foto del Maulvi mentre era seduto in un'auto. Maulvi Faqir Muhammad è stato rilasciato mentre i talebani liberavano tutti i prigionieri dalle carceri di Pul e Charkhi e Baghram.

Tra i detenuti rilasciati c'erano anche centinaia di altri prigionieri del Ttp. Maulvi Faqir è stato per lungo tempo il leader dei talebani pakistani nel distretto tribale di Bajuar vicino alla provincia di Kunar in Afghanistan. Si dice che sia persona molto vicina al capo di Al-Qaeda, Ayman Al-Zawahiri.  

Articoli in Italia ed Estero

Lista articoli