Flos sbarca a New York con un nuovo showroom

Nel 2023 calano i ricavi, ma l’utile netto è di 33 milioni. Il gruppo investe negli Usa 4,5 milioni. Per i brevetti la spesa è di 7,2 milioni
Il nuovo «flagshipstore» inaugurato dal gruppo Flos - © www.giornaledibrescia.it
Il nuovo «flagshipstore» inaugurato dal gruppo Flos - © www.giornaledibrescia.it
AA

Flos investe negli Stati Uniti, mercato sempre più strategico, irrinunciabile per chi opera nel settore del design alta gamma. La società con sede a Bovezzo ha inaugurato nelle scorse settimane un nuovo «flagship store» a New York City.

Lo showroom si trova in Madison Avenue ed è uno spazio di 2.300 metri quadrati su due piani, che racchiude tutti brand del gruppo Design Holding, che lo scorso maggio ha cambiato nome in «Flos B&B Italia Group»: insieme a Flos ci sono infatti B&B Italia, Louis Poulsen, Maxalto, Arclinea e Azucena.

Oltreoceano 

La società bresciana crede fortemente nel mercato americano e ci sta investendo molto, come si evince dai dati di bilancio 2023: la controllata Flos Usa ha investito sull’operazione New York la bellezza di 4,5 milioni. L’esercizio 2023 è stato più che soddisfacente: nonostante la difficile congiuntura macroeconomica con ricavi consolidati a 246 milioni, in calo di circa il 9% rispetto ai 270 milioni del 2022.

Le società che fanno parte del perimetro della Capogruppo Flos, sottoposta a coordinamento da parte di Design Holding (dallo scorso maggio Flos B&B Italia Group), sono: Flos spa, che ha sviluppato un volume d’affari di 101 milioni di euro; Antares Illuminacion Sau, che ha portato ricavi per 67,6 milioni; Flos Usa, con 28,8 milioni; Flos France con 16,1 milioni; Flos Scandinavia con 10,5 milioni; Ares stl con 10,5 milioni; Flos Japan con 6 milioni di ricavi; Flos Norge con 2,5 milioni; Flos gmbh con 2,3 milioni.

L’esercizio 2023 si è chiuso con un utile netto consolidato di 33,2 milioni (il calo rispetto al 2022 è stato del 7,6%) dopo aver conteggiato ammortamenti e svalutazioni per 17,8 milioni. L’Ebitda adjusted è stato pari a 75,8 milioni (era di 79,6 milioni); il risultato operativo Ebit è di 57,9 milioni (era di 65 milioni).

Gli Investimenti

Il gruppo ha fatto investimenti per circa 13 milioni nel 2023. Accanto ai 4,5 milioni per il nuovo showroom di New York, Flos ha speso 6,5 milioni in immobilizzazioni immateriali, 3,5 milioni in costi di sviluppo, 7,2 milioni in diritti di brevetto industriale e utilizzazione di opere d’ingegno; 1,9 milioni in immobilizzazioni materiali.

Tra le operazioni nel bilancio del 2023 si segnala che la controllante Flos spa ha acquisito per 1,078 milioni la rimanente quota di minoranza della controllata Flos Norge AS, pari al 45%; mentre il 19 dicembre scorso la controllata Flos Bespoke srl è stata oggetto dì fusione per incorporazione nella controllante, che ha raggiunto la quota totale del capitale: quest’ultima operazione ha generato un avanzo di fusione pari a 3,4 milioni di euro.

Nel corso dell’esercizio, la società ha proseguito l’implementazione del nuovo Erp Sap S/4Hana, iniziata nel 2021, il cui «go live» è avvenuto il primo giugno 2023. Tale processo interesserà progressivamente tutte le società operative su un arco temporale di tre anni.

Il 29 settembre 2023 Flos spa ha deliberato il progetto di fusione per incorporazione di Ares srl in Flos. Fusione poi perfezionata lo scorso primo aprile, con effetti contabili dal primo gennaio 2024.

Riproduzione riservata © Giornale di Brescia

Icona Newsletter

@Economia & Lavoro

Storie e notizie di aziende, startup, imprese, ma anche di lavoro e opportunità di impiego a Brescia e dintorni.