Bozzoli, risentita la compagna: aumentano i «non ricordo»

Secondo interrogatorio come persona informata sui fatti per Antonella Colossi: per gli inquirenti il suo racconto è stato ancora più lacunoso del primo
Antonella Colossi, la compagna di Giacomo Bozzoli - Foto Gabriele Strada Neg © www.giornaledibrescia.it
Antonella Colossi, la compagna di Giacomo Bozzoli - Foto Gabriele Strada Neg © www.giornaledibrescia.it
AA

Secondo interrogatorio come persona informata sui fatti per Antonella Colossi, la compagna di Giacomo Bozzoli, latitante ormai da 10 giorni.

La donna è stata sentita in Procura dopo che venerdì, di ritorno da Marbella, in Spagna, con il figlio, era stata invece ascoltata al comando provinciale dei carabinieri. Secondo gli inquirenti il suo racconto è stato ancora più lacunoso rispetto al primo, infarcito di «non ricordo» e «non so». Antonella Colossi ha spiegato ancora una volta di non sapere dove sia andato il compagno che – ha sottolineato – «sono sicura sia innocente».

Nel frattempo proseguono le indagini e secondo quanto ricostruito risulterebbe sganciato il satellitare della Maserati Levante usata da Bozzoli la mattina del 24 giugno per lasciare l’Italia.

Riproduzione riservata © Giornale di Brescia

Icona Newsletter

@News in 5 minuti

A sera il riassunto della giornata: i fatti principali, le novità per restare aggiornati.