Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Brescia e Hinterland

LE CERIMONIA

Vittime del Covid: vescovo e sindaco al Vantiniano

Redazione Web

Brescia e Hinterland
18 mar 2022, 07:39

Con momenti di preghiera e riflessione, collettiva o personale. I bresciani celebrano così l’odierna Giornata in memoria delle vittime dell’epidemia di Coronavirus. La fredda contabilità ufficiale parla di 4.719 lutti, ma in realtà - nel confronto Istat con le morti degli anni precedenti - si può parlare di almeno seimila e trecento.

Vite, affetti, passioni, esperienze, famiglie cancellati. Cerimonie sono previste in vari Comuni, a cominciare da Brescia. Due gli appuntamenti istituzionali. Alle 11, al Vantiniano, ci sarà la commemorazione alla presenza del sindaco Emilio Del Bono, del vescovo Pierantonio Tremolada e dei rappresentanti di tutte le professioni sanitarie in prima linea nei mesi della pandemia. Alle 20.45, invece, all’auditorium San Barnaba, il ricordo in musica con l’Orchestra Bazzini Consort, che eseguirà la Pavane Op. 50 in fa diesis minore di Gabriel Fauré e la Sinfonia n.40 K550 in sol minore di Wolfgang Amadeus Mozart (ingresso gratuito fino ad esaurimento posti).

Alle 19, invece, al Nuovo Cinema Eden, proiezione di «Io resto», il documentario di Michele Aiello girato all’Ospedale Civile di Brescia durante la prima e più terribile ondata del Covid. Interverrà il prof. Francesco Castelli, direttore dell’Unità operativa di malattie infettive e prorettore dell’Università di Brescia. Lo stesso documentario sarà presentato anche a Ome, alle 20.30, nel cinema Santo Stefano a cura dell’associazione Soccorso pubblico Franciacorta, di Rodengo Saiano.

Serata musicale anche a Gussago su iniziativa del Comune. Alle 20.30, nella chiesa di San Lorenzo, il Coro Calliope animerà il concerto «Melodie sulle ali del ricordo». Diretto dal maestro Fabrizio Zanini e accompagnato dal pianoforte di Alessandro Scioscioli, vedrà l’intervento della mezzosoprano Veronica Delorenzi e del tenore Nicolas Resinelli. I fiati dell’Ensemble Calliope e il violoncello di Giulio Soldo completeranno la performance. Il programma comprende vari autori, da Giacomo Puccini a Giuseppe Verdi, da Mozart e Gaetano Donizetti. La disponibilità è di 90 posti.

A Mazzano, invece, è in calendario l’evento «Come foglie al vento», promosso dal Comune. Viaggio poetico e musicale con testi che, spaziando dalla tradizione letterario medioevale alle più moderne variazioni, saranno veicolo di un messaggio positivo di fiducia e speranza. Filippo Garlanda sarà la voce narrante, accompagnata dall’Orchestra Giovanile Spazi Musicali diretta da Sandro Torriani. Appuntamento alle 21 nel palazzetto dello sport.

Articoli in Brescia e Hinterland

Lista articoli