Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Brescia e Hinterland

L'APPROFONDIMENTO

Santa Lucia, chi è e dove si festeggia


Brescia e Hinterland
12 dic 2017, 15:21
descrizione immagine

La notte tra il 12 e il 13 dicembre in molti Paesi europei viene celebrata Santa Lucia. È considerata la protettrice degli occhi, degli oculisti, degli scalpellini e degli elettricisti e per  i bambini di alcune città del Nord Italia come Brescia, Bergamo, in alcuni centri del milanese, Parma, Mantova, Vicenza e Verona, la notte di Santa Lucia è una notte magica e attesissima che sostituisce l’attesa di Babbo Natale.

 Infatti, secondo la tradizione, la Santa,  in groppa al suo asinello e seguita dal cocchiere Castaldo, porta doni e dolciumi ai più piccoli che durante tutto l’anno si sono comportati bene.  In cambio i bambini, con la complicità di mamma e papà, preparano uno spuntino per i tre silenziosi porta doni: una tazza di latte e caffè con qualche biscotto per Santa Lucia, un piatto di farina per l’asinello e un pezzo di pane per Castaldo.

I regali desiderati vengono elencati in una letterina che viene preparata settimane prima e, la maggior parte delle volte, la Santa la ritira di persona senza farsi scorgere da nessuno, anche se  è possibile spedirgliela. Anche i piccoli più impazienti sanno di non poterla attendere svegli, perché è molto attenta e per non farsi scorgere butta una manciata di cenere negli occhi dei più curiosi.

Santa Lucia si festeggia anche in Svezia  e Danimarca dove una ragazza vestita di bianco con una corona di candele sul capo, guida una processione per onorare la Santa e dare inizio ai festeggiamenti natalizi.

Santa Lucia è la Santa martire patrona di Siracusa dove il 13 dicembre 304 venne uccisa durante il periodo di Diocleziano. Prima di essere uccisa venne perseguitata  le vennero cavati gli occhi perché la giovane Lucia voleva convertirsi al cristianesimo e aveva rifiutato di concedersi in sposa al matrimonio combinato dai genitori. Il proverbio dice: «Santa Lucia, il giorno più corto che ci sia», perché prima della riforma del calendario Gregoriano, la notte di Santa Lucia cadeva il giorno del solstizio d’inverno.

Articoli in Brescia e Hinterland

Lista articoli