Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Brescia e Hinterland

FESTIVAL DELLE LUCI

Magia di luci, suggestioni e arte per CidneOn


Brescia e Hinterland
8 feb 2019, 16:28

L’ouverture si fa subito magia con il portale d’ingresso della fortezza cittadina trasformato in una sorta di macchina del tempo che conduce alla bottega da inventore di Leonardo Da Vinci. Perché CidneOn, edizione numero tre, che da oggi, giorno del taglio del nastro in programma alle 18.30 - e con accesso per i visitatori dalle 19.30- e fino al 16 febbraio, tornerà a far risplendere il colle Cidneo e il Castello, omaggia pure, con le sue suggestive installazioni, uno dei geni italici assoluti, Leonardo da Vinci, nel cinquecentesimo anniversario della morte. Icone italiane.

Alla cabina di regia del Festival internazionale delle luci c’è il Comitato Amici del Cidneo, con l’organizzazione di Up! Strategy to action e la direzione artistica di Cieli Vibranti e Robbert Ten Caten, direttore di Lumen in art. Edizione 2019 che come recita il titolo, «Icone italiane tra miti e meraviglie», celebra personaggi, luoghi, simboli, momenti di un’inesauribile storia di arte e bellezza.

Con installazioni luminose, videoproiezioni, videoanimazioni, mapping, opere interattive e performance musicali live - alle venti installazioni hanno lavorato sessanta artisti italiani e internazionali - attraverso le quali ci si immerge davvero nella potenza dell’omaggio.

L’ itinerario esalta architetture, dipinti, musica, pellicole cinematografiche, eccellenze enogastronomiche del Belpaese. Al multiforme ingegno leonardesco sono dedicati ben quattro capolavori luminosi. E tra questi, anche un intreccio tra una struttura luminosa e una proiezione video con protagonista un performer che mano a mano assume le sembianze dell’Uomo vitruviano. Ma il fascino inimitabile dell’Italia di ieri e di oggi si racconta appunto con i suoi inimitabili emblemi, dalla moda con un’onirica ed eterea sfilata di abiti luminosi realizzati dagli studenti di Machina Lonati e dell’Accademia Santa Giulia e da un artista sudcoreano ai vini pregiati esaltati da un’imponente bottiglia composta da vasi di vetro, animati da videoproiettori. E ancora, un magico valzer luminoso nel piazzale della Locomotiva in omaggio a Giuseppe Verdi e alla celebre scena de Il Gattopardo di Luchino Visconti e il tributo alla Cinquecento, tra le protagoniste indiscusse del boom economico italiano.

Di impatto è la gigantesca video proiezione nella Fossa viscontea che è un viaggio nella storia della Mille Miglia. Ed emozionante è Anamnesi, l’installazione degli studenti della Laba in memoria delle vittime della strage di piazza della Loggia. E attraversando uno dei tunnel del Castello, si torna alla preistoria con proiezioni luminose dedicate alle incisioni rupestri della Valle Camonica. E a suggello un racconto per suoni con dedica ai film italiani vincitori dell’Oscar. L’accesso ai CidneOn è gratuito: per evitare le code, sarà possibile acquistare una chiave al prezzo di 8 euro.

Articoli in Brescia e Hinterland

Lista articoli