Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Brescia e Hinterland

NUOVI BUSINESS

La storia del ristorante indiano di Castenedolo che spopola per i matrimoni etnici


Brescia e Hinterland
6 lug 2022, 17:04

Rinku Saini all’anulare e al mignolo della mano sinistra porta due anelli. Sono la prima cosa che ci mostra, dopo la stretta di mano. Sui cerchietti in metallo che fasciano le dita, ha fatto montare due monete. Una da dieci e l’altra da venti centesimi di euro. «Sono gli ultimi soldi che mi erano restati in tasca dopo il disastro». Rinku Saini, 44 anni, oggi è un imprenditore della ristorazione, punto di riferimento dei matrimoni etnici nel Bresciano. La sua vita, però, non è sempre stata facile.

Originario del Punjab, regione dell’India al confine con il Pakistan, è proprietario di tre locali: a Reggio Emilia, a Palidano di Gonzaga (Mantova) e a Castenedolo. E proprio nel paese dell’hinterland ha sede il King Palace, che dall’apertura nel 2018 è diventato il principale punto di riferimento per i migranti di altre nazionalità e che vogliono celebrare il loro matrimonio qui. «Non solo residenti a Brescia, a dire il vero - specifica Saini -. I nostri clienti arrivano da tutta Italia, a volte anche dalla Germania e dall’Inghilterra. E non sono solo indiani: qui si uniscono in matrimonio coppie albanesi, pakistane, senegalesi, rom».

Articoli in Brescia e Hinterland

Lista articoli