Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Brescia e Hinterland

NEI NEGOZI

Green pass in tabaccheria? «Un’assurda e inutile complicazione»

Wilda Nervi

Brescia e Hinterland
23 gen 2022, 11:57
L'insegna di un negozio di Sali e tabacchi

L'insegna di un negozio di Sali e tabacchi

iente sigarette dal primo febbraio se non si ha il Green pass. Vale anche per i tanti servizi di pubblica utilità offerti dalle tabaccherie. Per questa «inutile complicazione» la categoria compatta è sul piede di guerra. La regola è contenuta nel decreto legge che prevede da febbraio l’obbligo di Green pass base per uffici pubblici, banche, poste e negozi. Per i negozi sono arrivate alcune esenzioni, poche a dire la verità.

Si tratta di quegli esercizi commerciali che vendono beni ritenuti essenziali e tra questi, a differenza di quel che è avvenuto durante il lockdown, non ci sono i tabaccai. Che si domandano in coro: «Ma come, siamo passati in una categoria diversa per i capricci di chi ci governa? Quando eravamo in zona rossa ci hanno costretto a rimanere aperti anche se non entrava nessuno nei nostri negozi».

Articoli in Brescia e Hinterland

Lista articoli