Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Brescia e Hinterland

LA PANDEMIA

Fiera di San Faustino, troppi rischi: si va verso lo stop


Brescia e Hinterland
26 dic 2020, 07:00
Il fiume di gente lungo via San Faustino nel febbraio di quest’anno: non sarà così nel 2021 - Foto © www.giornaledibrescia.it

Il fiume di gente lungo via San Faustino nel febbraio di quest’anno: non sarà così nel 2021 - Foto © www.giornaledibrescia.it

La notizia non è ancora stata ufficializzata dal Comune, ma la direzione è quella. Si va verso lo stop alla fiera di San Faustino 2021, che, come da tradizione, dovrebbe svolgersi il prossimo 15 febbraio, per i festeggiamenti ai Santi Patroni della città.

Le domande degli operatori per poter mettere le loro bancarelle (600 complessivamente le postazioni) si ricevevano fino al 17 dicembre; entro qualche giorno, dovrebbe esserci la decisione da parte del Comune sullo svolgimento o meno della manifestazione. Ma il Covid non perdona, e dato l’evidente pericolo di assembramenti ad un appuntamento che lo scorso anno ha richiamato 300mila persone, l’ipotesi più plausibile è che si decida per l’annullamento.

Una nuova spada di Damocle pendente sulle sorti di una categoria, quella dei venditori ambulanti, che a causa delle proprie specifiche caratteristiche sta pagando un prezzo tra i più alti per l’emergenza sanitaria. Oltre cento domande per la partecipazione alla fiera sono state inoltrate soltanto nell’ambito di Anva-Confesercenti, associazione della Lombardia Orientale che conta 3mila operatori. Il responsabile Sergio Turla dichiara: «Se il fermo verrà confermato, sarà un’ulteriore grande perdita per tutto il nostro settore». 

 

 

Articoli in Brescia e Hinterland

Lista articoli