Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

L'AGGRESSIONE

Agguato fuori dalla fabbrica a Prevalle: ferito un 21enne


Valsabbia
9 nov 2021, 23:03
I carabinieri hanno rintracciato il fuggitivo dopo l'aggressione a Prevalle - Foto © www.giornaledibrescia.it

I carabinieri hanno rintracciato il fuggitivo dopo l'aggressione a Prevalle - Foto © www.giornaledibrescia.it

Secondo la procura della Repubblica e i carabinieri della Stazione di Nuvolento si è trattato di tentato omicidio: quel ragazzo si è scagliato contro il connazionale con il preciso intento di ucciderlo e ha usato uno strumento, un coltello da cucina con lama di 30 centimetri, che avrebbe potuto provocare in effetti la morte della vittima designata. Tutto è accaduto attorno alle 12.30 di ieri fuori da una azienda di via Gardesana a Prevalle e coinvolge due 20enni originari del Burkina Faso ma residenti con le famiglie a Gavardo e Roè Volciano.

Nei giorni scorsi i due avevano già avuto una discussione e sembra che la cosa fosse finita con qualche minaccia rimasta nell’aria. Ieri uno dei due ha evidentemente messo in pratica i suoi propositi: secondo i carabinieri infatti si sarebbe appostato nei pressi dell’azienda e avrebbe atteso la fine del turno di lavoro del rivale e quando questi è uscito dalla ditta lo ha aggredito brandendo un coltello da cucina con lama di 30 centimetri e cercando di colpirlo alla gola. Per fortuna il colpo non è andato a segno e la vittima designata è stata colpita solo di striscio: ricoverata in ospedale a Gavardo è stata giudicata guaribile in dieci giorni.

L’aggressore, probabilmente spaventato anche dall’accorrere di molte persone, ha gettato il coltello oltre una siepe e si è dato alla fuga. L’arma è stata recuperata e sequestrata dai carabinieri che hanno poi messo in atto una vera e propria caccia all’uomo in tutta la zona. Dopo alcune ore il fuggitivo è stato rintracciato e bloccato mentre cercava di tornare a casa evitando le vie principali dove immaginava ci fossero i controlli delle forze di Polizia. È stato subito identificato e arrestato con l’accusa di tentato omicidio e trasferito in carcere dove nelle prossime ore sarà interrogato. Le indagini proseguono ora ascoltando conoscenti, colleghi e familiari della vittima e dell’aggressore per capire cosa sia esattamente accaduto nei giorni prima dell’agguato di ieri e cosa abbia scatenato le intenzioni violente del 21enne.

Articoli in Valsabbia

Lista articoli