Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

LA SITUAZIONE

Strade sgombre e alcuni cortili puliti: Niardo inizia a respirare

Giuliana Mossoni

Valcamonica
5 ago 2022, 06:25
Si lavora nelle case e sulle strade - © www.giornaledibrescia.it

Si lavora nelle case e sulle strade - © www.giornaledibrescia.it

Niardo inizia piano piano a respirare. Non vuol dire che l’emergenza sia passata o che le persone abbiano risolto gli enormi problemi causati dall’alluvione. Ma a oltre una settimana dall’esondazione dei torrenti Re e Cobello, in via Nazionale si vede un piccolo spiraglio di luce. Non solo in senso figurativo, visto che gran parte degli enormi cumuli di materiale ammassati sui bordi delle strade e tra le case sono stati portati via, così come il fango. Per questo, sia agli occhi, sia al cuore, sembra di sentire un flebile segnale di ritorno alla normalità. Non certo per le persone sfollate, che hanno case e attività lavorative inagibili. 

Articoli in Valcamonica

Lista articoli