Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

LA COMPETIZIONE

Ottocento posti per la Adamello Ultra Trail

Redazione Web

Valcamonica
3 lug 2022, 13:51
ADAMELLO ULTRA TRAIL

Correre a stretto contatto con la natura e con la storia, in una sfida con se stessi e con la fatica. È il senso della Adamello Ultra Trail, la gara di corsa in montagna «Sui camminamenti della Grande guerra».

Seppur manchino tre mesi, le date sono il 23, 24 e 25 settembre, la manifestazione è stata presentata ieri, ospite dell’azienda Fratelli Berlucchi di Borgonato di Corte Franca. La location ha permesso l’incontro degli organizzatori, degli sponsor, dei volontari e degli enti sostenitori come la Regione e, come ha ricordato Pia Donata Berlucchi, ha donato tre magnum di Freccianera da destinare ai primi di tre diverse categorie che termineranno il percorso.

Dalla Valcamonica era presente il presidente di Adamello Ultra Trail Paolo Gregorini che ha sottolineato come la prossima edizione, l’ottava, avrà un respiro sempre più internazionale e sarà aperta a 800 atleti, con 250 posti a testa per la 35 e la 170 km e trecento posti per la distanza intermedia dei 90 chilometri. I sindaci di Vezza d’Oglio, il comune da cui parte la gara, e di Temù, sul cui territorio si snoda una lunga parte di trail, Giovanmaria Rizzi e Roberto Menici, hanno ringraziato gli oltre 200 volontari che rendono possibile la realizzazione della corsa, così impegnativa e così al limite, sulle creste in alta montagna.

Solo a conoscere i dislivelli, sale la paura: 11mila metri positivi per i 170 chilometri e 6mila metri per il percorso dei 90 km. Gli sponsor tecnici Mico e Scarpa hanno ribadito come far parte di un’organizzazione che propone una gara che ha come simbolo e come percorso l’Adamello sia un vanto non solo per le proprie aziende ma anche per tutto il territorio italiano.

Ogni 6-7 chilometri infatti ci sono dei ristori, delle basi «vita» e tutti gli atleti hanno un Gps tanto che è allestita una sala di monitoraggio. Edison, che ha cinque centrali elettriche in Vale, e il Consorzio Pontedilegno Tonale sostengono l’iniziativa. Claudia Carzeri, consigliera regionale, ha ricordato che la Regione ha erogato fondi per la sistemazione dei sentieri e che c’è un progetto di legge strutturato per i percorsi in montagna.

Articoli in Valcamonica

Lista articoli