Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

IL CASO

Breno, respingono il vicino col Covid e lui li prende a fucilate


Valcamonica
6 apr 2021, 07:00
Spari con fucile (simbolica) - © www.giornaledibrescia.it

Spari con fucile (simbolica) - © www.giornaledibrescia.it

Un tranquillo weekend di Pasqua e di autentica paura. È quello che hanno vissuto sulla loro pelle - ed è un modo di dire, ma solo per pochi centimetri - quattro giovanissimi amici che per la grigliata di Pasqua e Pasquetta, per bersi qualche birretta senza rischiare 400 euro di multa e per sfidarsi alla Playstation in un’inesauribile maratona di Fifa21, hanno affittato la cascina sbagliata, nei giorni sbagliati e a venti metri di distanza dal vicino di casa sbagliato

Quest’ultimo, da un paio di giorni in quarantena perché positivo al Covid-19 come la moglie e il figlio, cerca di attaccare bottone. I ragazzi sanno che ha il coronavirus e dopo aver fatto melina lo invitano esplicitamente a girare alla larga. Lui non la prende benissimo. Tutt’altro. 

Articoli in Valcamonica

Lista articoli