Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

FESTIVAL

NoSilenz, saluto spettacolare per l'ultima edizione: il programma


Tempo Libero
13 giu 2019, 06:45
La art-rock band inglese Art Brut - Foto © www.giornaledibrescia.it

La art-rock band inglese Art Brut - Foto © www.giornaledibrescia.it

C’è un festival rock che se ne va con un saluto «spettacolare», dopo 20 anni. È il NoSilenz di Cigole. Lo fa schierando una line-up di pezzi da 90 con headliner Massimo Volume, The Underground Youth, Art Brut e Toy.

Un’altra rassegna si propone di accendere, come gli altri anni, le notti del Sebino, e parliamo dell’Albori di Sulzano. Schiera, tra i tanti, anche Alessandro Sipolo, Omar Pedrini, Giorgio Poi, Dimartino, Ettore Giuradei & Cecilia e gli I Hate My Village di Alberto Ferrari dei Verdena.

Entrambi gli appuntamenti sono a ingresso gratuito. Il NoSilenz va in scena da giovedì a sabato, negli spazi del giardino di Palazzo Cigola Martinoni di Cigole, in via Roma. Un’area gioiellino con due palchi - uno dei quali dedicato a Paul Mellory e Fabione «Il colonnello», recentemente scomparsi, molto noti nella Brescia rock e amici del Festival - stand, bancarelle e punti ristoro (apertura alle 19), il tutto in un’atmosfera tradizionalmente rilassata e campestre.

Si comincia oggi con i Buzzooko, formazione post-rock dalla provincia di Mantova. Poi tocca al pop elettronico e raffinato dei Campos, dalla Toscana. Quindi spazio alla storia del rock italiano con i Massimo Volume, impegnati nella prima data del tour estivo (sarà l’unica della stagione a ingresso gratuito per la band bolognese). Live al via alle 20.45.

Venerdì, tripletta bresciana con gli emergenti Listrea e Kick, e gli Annie Hall, storica indie band della nostra scena, che si riunisce per un concerto speciale. Poi tocca a The Underground Youth e alla loro new-wave ipnotica che nasce tra Manchester e Berlino. I concerti cominciano alle 20.30. La chiusura di sabato ha un inizio col botto: subito, alle 21, gli Art Brut, «eroi» indie-rock e art-punk dall’Inghilterra. Poi i Tropea, e quindi i Toy, tra i principali esponenti della nuova scena psichedelica anglosassone.

La line-up dell’Albori è ancora in via di definizione, ma l’ossatura c’è ed è corposa. La rassegna si svolgerà da mercoledì 26 giugno a domenica 30 giugno, nell’area di via Cesare Battisti, a Sulzano. Si inizia il 26 con il cantautore bresciano Alessandro Sipolo e Behind The Mirror (trio Malacarne-Bonifati-Sala). Giovedì 27 Omar Pedrini, con la sua band, riporta nel Bresciano il tributo ai 25 anni del disco dei Timoria «Viaggio senza vento».

Lo stesso giorno Le Capre a Sonagli, l’apprezzato cantautore indie-pop Giorgio Poi e Caveleon. Sabato 29 Dimartino, Truppi e l’appuntamento teatrale sulla storia di Mauro Repetto, ballerino nei primi 883. Domenica 30 il concerto all’alba di Ettore Giuradei & Cecilia, Ottavia Marini, i Cara Calma e le sperimentazioni degli I Hate My Village, formati da Adriano Viterbini (Bud Spencer Blues Explosion), Fabio Rondanini (Calibro 35 e Afterhours), Alberto Ferrari (Verdena) e Marco Fasolo (Jennifer Gentle).

Articoli in Tempo Libero

Lista articoli