Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

IL PUNTO

Mancini: «Tonali? Presto il debutto ufficiale in azzurro»

Redazione Web

Sport
14 ott 2019, 12:24
Roberto Mancini, ct della Nazionale - Foto Ansa © www.giornaledibrescia.it

Roberto Mancini, ct della Nazionale - Foto Ansa © www.giornaledibrescia.it

Nell'inconsueto Europeo itinerante per 12 Paesi, l'Italia ha tante certezze, tranne quelle più importanti: le avversarie. «Ho sempre creduto nel valore dei calciatori italiani, bastava saperli aspettare», dice Mancini all'indomani di una qualificazione che così anticipata non c'e mai stata. Essere la seconda qualificata dopo il Belgio regala al ct tanta fiducia e un anno intero per preparare l'operazione per la definitiva rinascita, sapendo tutto quello che c'è da sapere logisticamente. Ma il fatto che i nomi delle altre 22 qualificate e soprattutto fasce di merito non siano ancora definite, rende difficile capire che Europeo sarà sotto il profilo tecnico.

In agenda, molti i punti per il tecnico che mira tuttavia, forte di una qualificazione ormai certa, a costruire la propria Italia. Fatta anche di giovani. E il primo nome che esplicita quando i cronisti chiedono chi abbia in mente, è quello della rondinella Sandro Tonali. «Non ha ancora debuttato, vogliamo vederlo». Assieme a Castrovilli e Di Lorenzo, anche se il ct della Nazionale precisa: «Verranno presto con noi, certo non potremo averli tutti insieme».

 

Scopri lo sport live e on demand su DAZN

 

Mancini tiene però a sottolineare che saranno importanti anche le partite che concluderanno il girone, a Roma (12, 21 e 27 giugno). Sa bene che se l'Italia lo vincerà passerà poi per Londra e Amsterdam, prima della fase finale di nuovo londinese. Quanto agli avversari, impossibile incrociare Spagna, Germania, Inghilterra e Olanda, che giocheranno nelle loro città in altri gironi; il Belgio sarà testa di serie. In seconda fascia resta il rischio Francia o Portogallo. In ogni caso, la qualificazione delle prime due e di quattro terze su sei è una via dalla maglia larga. 

Mancini si concentrerà, allora come detto, sulla crescita della sua Italia, dai test contro avversari più probanti alla definizione del gruppo dei 23. C'è spazio anche per Balotelli? SuperMario dovrà dare molto per ritrovare fiducia, e non solo con i gol. Ma l'anno di tempo consentirà al ct anche di dedicarsi alla sua mossa preferita, la scoperta dei talenti. Tonali è il nome più suggestivo, candidato a una prova ma anche a un posto tra i 23. Castrovilli l'altro nome per esperimenti.

 

Articoli in Sport

Lista articoli