Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

Brescia: Paci squalificato 7 giornate, 4 a Di Cesare


Sport
25 feb 2014, 16:20

Mano pesantissima del giudice sportivo della serie B Emilio Battaglia su due giocatori del Brescia dopo quanto accaduto durante e dopo la sfida a Crotone. Massimo Paci è stato squalificato per sette giornate, quattro invece quelle comminate a Valerio Di Cesare. Una botta ulteriore dopo le dure parole del presidente Gino Corioni.

Questo quanto scritto nel comunicato ufficiale dal giudice sportivo riguardo Massimo Paci.
Squalifica di sette giornate per comportamento scorretto nei confronti di un avversario (Sesta sanzione); per avere, al 48° del secondo tempo, colpito volontariamente un avversario con una gomitata alla nuca; per avere inoltre, all'atto dell'espulsione, assunto un atteggiamento intimidatorio nei confronti dell'Arbitro appoggiando la fronte alla sua e rivolgendogli espressioni ingiuriose.

Questa invece la motivazione addotta dal giudice sportivo per la squalifica di quattro giornate a Valerio di Cesare.
Squalifica di quattro giornate per comportamento non regolamentare in campo; già diffidato (Ottava sanzione). Per avere inoltre, al termine della gara, sul terreno di giuoco, assunto un atteggiamento provocatorio nei confronti dei calciatori della squadra avversaria; per avere infine, al rientro negli spogliatoi, spinto con violenza un calciatore della squadra avversaria; infrazioni rilevate da un Assistente e dal collaboratore della Procura federale.

Fermato infine per una giornata Raffaele Longo, collaboratore del tecnico Cristiano Bergodi, espulso allo Scida al 31' della ripresa per avere contestato più volte l'operato arbitrale e avere rivolto agli Ufficiali di gara espressioni ingiuriose (dal comunicato ufficiale del giudice sportivo).

Articoli in Sport

Lista articoli