Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

L'EVENTO

Arnoux: «Troppa cattiveria in pista porta a incidenti drammatici»


Sport
16 set 2021, 06:00
Rene Arnoux alla Pieve nell’incontro con la stampa prima della Rievocazione del GP d’Italia del 1921 - © www.giornaledibrescia.it

Rene Arnoux alla Pieve nell’incontro con la stampa prima della Rievocazione del GP d’Italia del 1921 - © www.giornaledibrescia.it

Scende giocandosi in due mosse l’equilibrio - e non senza qualche fatica - dallo stretto posto di guida della Ballot 38LC del 1920 che vinse la prima edizione del Circuito di Montichiari del 1921 prima dello scippo di Monza. Ma il Rene Arnoux degli anni Settanta è ancora quello, volante di legno stretto tra le mani e grande spirito di combattente. «È una macchina fantastica, che ha un secolo di vita, con 8 cilindri, bialbero con quattro valvole per cilindro, che viaggia a 240 km all’ora. La guido solo da qualche ora e devo confessare che riesce a farti tremare i polsi nel traffico di oggi».

Articoli in Sport

Lista articoli