Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Altri sport

LA GARA

Ciclismo, stasera lo spettacolo del Città di Brescia


Sport
Altri sport
5 lug 2022, 10:53
La partenza della scorsa edizione del Trofeo Città di Brescia - © www.giornaledibrescia.it

La partenza della scorsa edizione del Trofeo Città di Brescia - © www.giornaledibrescia.it

Luci accese sulla notte bresciana questa sera per il grande spettacolo del ciclismo che va in scena con la 58esima edizione del trofeo Città di Brescia By Guizzi. Un appuntamento classico che torna nella veste internazionale il primo martedì di luglio dopo la pandemia (lo scorso anno la gara si disputò a metà mese ed era di livello nazionale).

A partire dalle 20, poco più di centocinquanta corridori provenienti da ogni continente si sfideranno sul circuito cittadino di 5,7 chilometri da ripetere 21 volte. Una corsa spettacolare, nervosa per i corridori che richiede tanti doti per emergere, tanto da rappresentare spesso un trampolino di lancio verso il professionismo. Iteam stranieri.

Sono almeno tredici le formazioni Continental, ovvero semiprofessionistiche, iscritte, il meglio del dilettantismo italiano con sei team stranieri. Fari puntati in questo caso su Leo Hayter, dominatore dell’ultimo Giro d’Italia under 23 del fortissimo team Hagens Berman Axeon allenato da Axel Merckx, figlio del grande Eddy che ha anche altre frecce al suo arco fra le quali il danese Kasper Andersen. Forti anche i team austriaci e svizzeri oltre all’inglese Zappi.

I team italiani. In casa Italia ci sono le formazioni storiche come Zalf, vincitrice lo scorso anno con Giulio Masotto e porta alla ribalta quest’anno Cristian Rocchetta, già vincitore del trofeo, Riccardo Verza, Matteo Zurlo e De Pretto fra le sue frecce oppure c’è la Colpack Ballan con una squadra di altissimo livello guida dal colombiano Gomez Jaramillo, lo spagnolo Sanchez, l’ex Delio Gallina Alessandro Baroni, il vincitore della coppa San Geo 2021 Davide Persico e l’azzurro Gidas Umbri oltre al sebino già campione italiano Juniores Alessandro Romele al primo anno nella categoria ma determinato a far bene in una corsa dal grande fascino che molti non esitano a definire un piccolo mondiale per giovani.

Le squadre bresciane

Niente affatto spuntate le chance di vittoria per i team bresciani, tutti e tre quest’anno saliti alla categoria Continental. La Carnovali Rime Sias si presenta con sei atleti fra i quali spiccano il veneto Bagatin e De Carlo quest’ultimo già in evidenza in questa stagione. Poi c’è il bresciano Giosuè Epis che, smaltita la delusione per un Giro d’Italia sotto le attese, ha il dente avvelenato e vuole dimostrare nella corsa di casa che ricorda, fra gli altri, anche Giancarlo Otelli che lo portò da giovane nel suo team, tutto il suo valore.

Di alto livello anche il team Delio Gallina Ecotek Lucchini che realizzò qualche anno fa una clamorosa doppietta al Città di Brescia, un anno con Alessandro Bresciano e l’anno seguente col bielorusso Shumov. Il team manager Turchetti punta forte sul vicecampione italiano Walter Calzoni, bresciano della Valcamonica, attaccante nato già protagonista nella scorsa edizione. Altro bresciano nel team è Andrea Gatti mentre il team di Botticino può contare sugli esperti Francesco Di Felice e Davide Bauce, nonchè sull’ucraino Tsarenko recente vincitore a Castellucchio nel Mantovano e il colombiano Granados.

La Biesse Carrera Premac schiera un tris di bresciani determinati a far bene nella corsa di casa: c’è il professionista Andrea Garosio, al suo secondo Città di Brescia dopo averlo incredibilmente saltato da dilettante e terzo domenica al Giro del Medio Brenta, Michael Belleri vincitore della due Giorni Marchigiana, il velocista Alessio Bonelli e poi ancora Carloalberto Giordani, Giacomo Villa e Lorenzo Gobbo. Gli altri bresciani al via sono l’ex Otelli Lorenzo Ghirardi del Sissio team, Michael Vanni della Beltrami Tsa Tre Colli, Matteo Tarolla del Cena, Federico Chiari del Solme Olmo.

Il via sarà dato dopo le 20 dal piazzale Castello per una sfida che si annuncia anche con tanto pubblico a bordo strada per applaudire i corridori. E per chi non può venire in città c’è sempre la diretta tv su Teletutto a partire dalle 21.30, sul cabale 16 del digitale terrestre.

Calcio, basket, pallavolo, rugby, pallanuoto e tanto altro... Storie di sport, di sfide, di tifo. Biancoblù e non solo.
Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione
Informativa ai sensi dell’articolo 13 del Regolamento UE 2016/679 o GDPR*

Articoli in Altri sport

Lista articoli