Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Sebino e Franciacorta

CASTEGNATO

Il ricordo di Marco: «Adorava la sua famiglia e la sua Harley»


Sebino e Franciacorta
6 apr 2017, 11:51
Marco Bonomi era una guardia giurata

Marco Bonomi era una guardia giurata

«Le sue più grandi passioni? La propria famiglia e la sua Harley».
Così viene ricordato Marco Bonomi, il 57enne deceduto ieri in seguito all'impatto con un camion a Castegnato. Proprio in paese si era trasferito in un’abitazione in via Mazzini con la moglie Silvana e i figli Luca e Matteo diciotto anni fa.

Marco era conosciutissimo nel Bresciano proprio per l’amore per le due ruote made in Usa, passione che lo portava ad essere spesso in sella alla sua Harley durante i momenti di pausa dal lavoro come guardia giurata a Brescia o dalla vita in famiglia. «Era una persona divertente, dalla battuta sempre pronta - lo ricorda un amico di Castegnato -. Ci mancherà la sua capacità di saper sorridere anche nei momenti di difficoltà». 

Ancora da stabilire con esattezza cosa sia accaduto: per questo sono al lavoro gli uomini della Polizia stradale di Iseo e Brescia. Dalla prima ricostruzione sembra che tutto sia accaduto attorno alle 9.30 di ieri: Marco Bonomi era in sella alla sua Harley- Davidson diretto da Castegnato verso la Mandolossa e la Tangenziale Sud di Brescia quando, forse sorpassando un veicolo più lento, si è scontrato contro un camion cassonato, guidato da un 53enne della provincia di Venezia, che viaggiava verso Ospitaletto.

L’urto è stato violentissimo: il motociclista è stato sbalzato dalla sella ricadendo pesantemente sull’asfalto a qualche metro di distanza. La moto, fuori controllo, ha strisciato a terra fermandosi sul ciglio della carreggiata. Immediatamente quanti hanno assistito, impotenti, alla tragedia hanno allertato gli operatori sanitari, ma quando il team di medici e infermieri ha raggiunto il motociclista, per lui non c’era più nulla da fare. 

 

Articoli in Sebino e Franciacorta

Lista articoli