Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

Viaggi

IN SELLA

Bici off road per tutti i gusti, lungo i sentieri del Trentino


Rubriche
Viaggi
15 mag 2017, 15:36

In sella a una mountain bike alla scoperta del Trentino e delle sue bellezze grazie ad una fitta rete di strade forestali che permette a tutti, dai forzati del sellino ai principianti, di andare alla scoperta degli angoli più suggestivi del territorio. Si tratta di una scelta infinita: centinaia di km adatti a biker di qualsiasi livello, emozionanti trail e adrenalinici bike park.

Sono cinque i circuiti cross country trentini e offrono più di 1.700 km di tracciati per emozionanti avventure in sella alla mountain bike, con percorsi mappati e segnalati e scaricabili dai siti di riferimento. Una delle novità per la prossima estate è il Tour de Non: si sviluppa in quattro tappe attraverso la Val di Non arrivando in vetta al Monte Roén, per poi raggiungere il cuore delle Dolomiti di Brenta. Con 154 km di sviluppo, 6.000 metri di dislivello e la presenza di alcuni tratti impegnativi, è un tour adatto a bikers ben allenati. Indispensabile affrontarlo con un adeguato equipaggiamento tecnico, come bici bi-ammortizzate e indossando le opportune protezioni. Si tratta di un giro ideato da biker per biker: è stato infatti progettato grazie al contributo della Scuola di Ciclismo Fuoristrada Val di Non e Sole e al prezioso supporto di alcuni tour tester tedeschi.

Da non perdere anche il Dolomiti Brenta Bike: si sviluppa attorno al gruppo del Brenta. Due le alternative: il tracciato «Expert» è riservato ai biker più allenati per 171 chilometri di puro divertimento. «Country Tour», invece, è la proposta per chi desidera percorrere un itinerario adatto anche ai ciclisti in erba, lungo le piste ciclabili del fondovalle, immerse nella pace e tra i meleti, toccando borghi caratteristici.

Il Dolomiti Lagorai Bike invece conta oltre 1.100 chilometri di tracciati «offroad» tra boschi, prati, pascoli, laghetti alpini e, se non bastasse, i parchi naturali del Monte Corno e quello di Paneveggio a fare da cornice alle escursioni. Fiore all’occhiello di questo comprensorio è il «Grand Tour», un anello di oltre 340 chilometri da percorrere in sei giorni.

Più vicino a noi, e percorribile in giornata, è il Mountain & Garda Bike: questo suggestivo percorso che unisce la maestosità delle montagne trentine e l’incanto del più grande bacino lacustre italiano. Tra ripidi saliscendi e tratti più soft, questo tour permette di scoprire il Monte Bondone, la Valle dei Laghi, il Monte Baldo, la Val di Ledro e il Garda Trentino. Mulattiere militari ereditate dalla Grande Guerra che congiungono i forti austriaci che furono al centro, tra il 1915 ed il 1916, sia in chiave difensiva che offensiva, delle vicende belliche in questo settore del fronte caratterizzano la 100 km dei Forti - Alpe Cimbra. Si possono anche percorrere tre anelli distinti, a Folgaria (53,3 km), a Lavarone (23,6 km) e Luserna (39,3 km).

La fatica della pedalata e lo sfrenato divertimento della bike lanciata in discesa lungo ripidi single tracks. In una sola parola: enduro. Sudore, radici, sassi, buona cucina e fresca birra artigianale sono gli ingredienti che il Trentino offre agli enduristi più incalliti. Chi non ha mai provato questa disciplina può affidarsi ai centri specializzati, dove è possibile noleggiare l’attrezzatura ed essere introdotti da esperte guide. Parlando di enduro gran parte delle località trentine presentano un carattere specifico e identificativo: tipo di terreno, pendenza, caratteristiche tecniche e un anima più o meno wild per i diversi tour. In particolare i Bear Trails sull’Altopiano della Paganella, il Tour delle Malghe a Madonna di Campiglio o il Valsorda Enduro Trail a San Martino di Castrozza.

Evoluzioni, discese a tutta velocità, curve paraboliche, trampolini, passerelle: in due parole, Bike Park. Quelli trentini offrono tutto quello che può emozionare un biker: percorsi downhill, dirtpark, tracciati north-shore e four-cross, strutture per slopestyle e freeride, single trail. Nel Fassa Bike Resort la velocità è di casa: si arriva a valle su un tracciato fatto d’erba, ghiaia e fango, anche a 70 km all’ora. La San Martino Bike Arena offre addirittura un mini bike park per bambini a 2.200 m di altezza, presso il Rifugio Tognola, mentre il nuovo Bike Park Garda Trentino propone la discesa della Valle del Diaol e la leggendaria 601 per emozioni forti. A solo un’ora di distanza dal Lago di Garda, il Paganella Bike Park offre elementi north-shore e tracciati enduro e freeride; il Val di Sole Bike Land propone invece sei diversi percorsi con vari gradi di difficoltà - dalla discesa per scaldare i muscoli, a quella da campioni della Coppa del Mondo - e un tracciato four-cross. Rimanendo sul versante occidentale del Trentino, si può scoprire la nuova discesa degli «Sfulmini» nel Brenta Bike Park di Pinzolo, mentre una delle ultime novità è il Bike Park Lavarone sull’Alpe Cimbra.

Articoli in Viaggi

Lista articoli