Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

ROBOT & CO

La risposta al virus delle imprese? Produrre tanta innovazione


Rubriche
Impresa 4.0
3 lug 2020, 11:46
Uno dei robot che vengono utilizzati alle Molinette di Torino -  © www.giornaledibrescia.it

Uno dei robot che vengono utilizzati alle Molinette di Torino - © www.giornaledibrescia.it

Va da sè che il coronavirus, oltre alla sua carica virale e al suo carico di dolore, ha portanto (e sta portando) elemento nuovi - innovativi - dentro la nostra vita. Breve panoramica su alcuni aspetti che il Covid ha costretto a realizzare, ideare, introdurre, accelerare. Bambini, mamme e operatori sanitari impossibilitati a ricevere visite a causa delle disposizioni Covid-19, potranno mantenere un contatto con i propri affetti tramite dei Robot teleguidati, dotati di uno schermo tramite cui si possono effettuare delle videochiamate. Il progetto è stato attivato da Tim all'interno dei reparti di Oncoematologia pediatrica dell'ospedale Infantile Regina Margherita e di Ginecologia dell'ospedale Sant'Anna di Torino, oltre che nella sede di CasaOz in corso Moncalieri.

Gioco e salute. Grazie a questi robot, ad esempio, i genitori dei piccoli malati possono entrambi essere presenti, seppur in videoconferenza, durante i momenti di definizione delle terapie. Sempre grazie ai robot, i piccoli pazienti, che aderiscono ad attività formative o ludiche proposte da CasaOz, possono anche continuare ad avere vicino i loro educatori e compagni di gioco, con i quali tramite gli applicativi di video chiamata ad alta definizione possono interagire, nonostante il protrarsi della loro permanenza in ospedale. Sanificare, da Brescia alla Sicilia. Un robot che sanifica qualsiasi tipo di ambiente da virus e agenti patogeni, a cominciare dal Covid-19, in un tempo massimo di venti minuti attraverso un sistema sofisticato e automatizzato: è stato presentato, con tanto di dimostrazione, per la prima volta a Palermo, all'ospedale dei Bambini Giovanni Di Cristina. Presenti, tra gli altri, l'assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, ed il direttore generale dell'Arnas Civico, Roberto Colletti. Si tratta di uno dei tre modelli sviluppati dal gruppo Purity, di cui fanno parte aziende del Distretto Meccatronica della Lombardia e della Toscana. A sancire la connessione Nord-Sud è l'accordo firmato da Klain Robotics, azienda bresciana del distretto lombardo, e dalla Meccatronica Siciliana, guidata da Antonello Mineo. Obiettivo: realizzare il trasferimento tecnologico in Sicilia della rete e dell'assistenza tecnica e avviare nell'isola un sito industriale dove saranno prodotti i robot. La Roche fa una call.

L'emergenza sanitaria da Covid-19 ha fortemente rivoluzionato processi e prospettive per l'accesso alle cure. Durante il lockdown il 50% delle visite di controllo è stato posticipato o annullato, così come le procedure ambulatoriali. Per cercare soluzioni per ottimizzare i servizi offerti nei centri sanitari, negli ospedali e nelle cliniche, il gruppo Roche lancia una call to action alle realtà innovative, che offrano soluzioni (digital e non) per le aree dell'Oncologia, delle Neuroscienze e delle Malattie Rare. Sviluppare progetti. L'obiettivo è sviluppare insieme progetti che creino più efficienza, come soluzioni per la riduzione del tempo di attesa all'interno della struttura, il supporto logistico dei pazienti per raggiungere in sicurezza i centri, il sostegno e l'ottimizzazione del percorso di cura per nuove diagnosi, il miglioramento dei servizi erogati dalla struttura per evitare assembramenti, la gestione di screening ed esami preventivi per diagnosi di patologie in fase precoce, la delocalizzazione delle cure ospedaliere, il monitoraggio e il supporto a domicilio o in remoto dei pazienti. La prima edizione ha raccolto circa 140 progetti e Roche collabora con molte delle realtà che si sono candidate. Ugo, la start up. Tra queste, Ugo, start up che è stata reclutata a inizio emergenza per studiare soluzioni che minimizzassero gli spostamenti dei pazienti e dei caregiver o Nuvoair - fra i finalisti dell'edizione 2019 - che ha messo a punto uno spirometro digitale e una app per il monitoraggio del paziente con problemi respiratori e grazie a un percorso di accelerazione ha adattato la soluzione tecnologica al paziente con fibrosi cistica, particolarmente esposto ai sintomi da Covid-19.

Articoli in Impresa 4.0

Lista articoli