Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Gusto e dintorni

IL TALENT DI TELETUTTO

Velocità e fantasia premiano Filippo: primo semifinalista di Strabar

Francesca Roman

Cucina
Gusto e dintorni
9 nov 2022, 10:22
Strabar, martedì 9 novembre: la sfida tra Olga e Filippo

Un primo vantaggio alla Strapressure, seguito da un raddoppio nella Strafantasy. Poi una rimonta finale alla Stramistery, che però non basta. Nella prima sfida di StraBar, ospitata nella sede di Trismoka a Paratico e andata in onda ieri sera su Teletutto, Filippo Comella ha avuto la meglio su Olga Siribelli, passando così alle fasi finali del nostro gioco, anche quest’anno condotto dal comico bresciano Giorgio Zanetti.

La giuria, presieduta da Luca Ramoni, direttore di Cefos, e composta da Maddalena Damini, direttore artistico di Teletutto e Radio Bresciasette, Paolo Uberti, patron di Trismoka, e Andrea Bartolozzi, direttore generale di Centrale del Latte di Brescia, ha così premiato la determinazione e la passione di Filippo, pur riconoscendo a Olga la sua grande professionalità.

La giuria di Strabar - Foto New Reporter Favretto © www.giornaledibrescia.it

Nella sfida

«Quattro edizioni, quattro giudici e otto concorrenti – sottolinea all’inizio della sfida Ramoni -. Direi che abbiamo tutti i numeri per cercare il barista perfetto». «La passata edizione, all’inizio del 2022, ci ha regalato grandi soddisfazioni – aggiunge Damini -. Non abbiamo lasciato passare nemmeno un anno e siamo qui nuovamente per decretare il miglior barista, una nuova sfida che non vediamo l’ora di affrontare insieme agli otto concorrenti».«È sempre bello e anche emozionante essere qui con questi ragazzi e ragazze che ancora vogliono mettersi in gioco – ribadisce Uberti -. Il nostro compito è difficile, ma cercheremo di farlo nel migliore dei modi, perché loro meritano la nostra attenzione». E infine Bartolozzi: «Saremo giudici severi, ma cercheremo di divertirci tutti quanti insieme ai concorrenti».

A contendersi il primo turno sono Olga Siribelli, 41enne di Adro, che lavora in una forneria-pasticceria e che il sabato e la domenica fa anche la bartender, e Filippo Comella, 34 anni, ex militare originario di Termini Imerese che si è trasferito a Pompiano per inseguire il suo sogno di fare il barista. Filippo, come si diceva, ha avuto la meglio nella prima prova, lo Strapressure test. «I concorrenti – chiarisce Ramoni – dovranno preparare il maggior numero di caffè espressi in 3 minuti». E così Filippo, che ne consegna 14 contro i 12 di Olga, si porta in vantaggio. Sua è pure la vittoria nella seconda prova, la Strafantasy, nella quale ciascun concorrente si mette in gioco con una bevanda calda personalizzata al caffè, preparata in 4 minuti.

Le creazioni

Olga unisce le sue due passioni, la caffetteria e la mixology, cioè l’arte del bere miscelato, proponendo un B52 rivisitato: uno shot al caffè con tequila. La creazione di Filippo, invece, porta sul banco della giuria i sapori della sua Sicilia, con una ricetta a base di caffè, pistacchio e mandorle. «Entrambe bevande eccellenti – commenta la giuria – ed eseguite con tecniche ottime». Ad avere la meglio, però, è ancora una volta Filippo, che si aggiudica 17 punti, contro i 14 di Olga.

Olga Siribelli durante la sfida - Foto New Reporter Favretto © www.giornaledibrescia.it

La terza e ultima prova è la Stramistery, 3 minuti di tempo per preparare una comanda: un latte macchiato di soia, due cappuccini e due caffè. «Questa è una vera simulazione della realtà – ricorda la giuria - ci vuole competenza sui prodotti e logica organizzativa». Olga vince, grazie a due cappucci perfetti, ma non basta. Filippo si aggiudica la sfida per 45 punti a 43. StraBar torna martedì 16 novembre alle 20.30 sul canale 16 di Teletutto.

Articoli in Gusto e dintorni

Lista articoli