Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Gusto e dintorni

Su Teletutto

La giuria ha deciso: selezionati i finalisti del terzo Strabar


Cucina
Gusto e dintorni
24 nov 2021, 09:53
Il gruppo dei candidati con Giorgio Zanetti Foto New Reporter Favretto © www.giornaledibrescia.it

Il gruppo dei candidati con Giorgio Zanetti Foto New Reporter Favretto © www.giornaledibrescia.it

Caffè, cappuccino e bevande al gusto di caffè ma anche chiacchierare, rispondere alle domande e spiegare quello che si sta facendo e perché lo si sta facendo. Con la giornata dei casting, ospitata dalla Centrale del Latte di Brescia, Strabar è entrato nel vivo della sua terza edizione e ha individuato gli otto finalisti che, dall’inizio di gennaio, si scontreranno in sfide eliminatorie in prima serata su Teletutto fino ad eleggere il miglior specialista bresciano in caffetteria.

Il conduttore

Il conduttore di Strabar Giorgio Zanetti Foto New Reporter Favretto © www.giornaledibrescia.it
 I nomi degli otto concorrenti sono ancora coperti dal massimo riserbo ma il conduttore Giorgio Zanetti e la giuria tecnica si sono già sbilanciati e hanno raccontato le loro impressioni a caldo.

«È stato bellissimo tornare alla normalità, nel nostro ambiente e al contatto con i ragazzi che vogliono mettersi in gioco e anche a quel modo di fare tv e spettacolo che abbiamo dovuto a lungo mettere da parte» ha spiegato il comico bresciano. Il conduttore. Entrando poi più nel dettaglio Giorgio Zanetti ha raccontato che «la giuria ha selezionato una squadra davvero forte, ragazzi preparati ma anche con delle belle storie di vita alle spalle. È stato bello conoscerli e sarà ancora più interessante vederli in onda e proporli al pubblico». Non a caso il conduttore li chiama «tutti ragazzi, anche chi non è più giovanissimo. Perché in tutti ho visto umiltà e voglia di fare, qualità che appunto hanno i ragazzi che si mettono in gioco, i concorrenti ideali di Strabar».

La giuria.

Giuria di Strabar al lavoro Foto New Reporter Favretto © www.giornaledibrescia.it
 Maddalena Damini, direttore artistico di Teletutto e RadioBresciasette conferma le impressioni del conduttore: «Secondo me abbiamo trovato, tra i concorrenti tutti interessanti, otto bei profili che sapranno arricchire il nostro format e che renderanno bene in onda. In tutti abbiamo trovato entusiasmo verso la nostra proposta e grande emozione rispetto al misurarsi con una giuria tecnica. Lo spirito giusto per partecipare a Strabar». Maddalena Damini spiega anche che «nella giuria si è subito ricreata l’atmosfera che ha segnato le altre edizioni, ciascuno ha messo la propria competenza e il diverso punto di vista ma alla fine siamo stati d’accordo sulle valutazioni». Paolo Uberti, patron di Trismoka conferma che «il lavoro da giudici è stato complicato perché tutti i partecipanti hanno mostrato specifiche competenze tecniche» e per l’imprenditore «si tratta della conferma che nel corso delle edizioni abbiamo lavorato bene, facendo passare il messaggio che cerchiamo i migliori e che questa è un’occasione per crescere ulteriormente come professionisti e come baristi».

Una gara tra baristi e un format televisivo Foto New Reporter Favretto © www.giornaledibrescia.it

Articoli in Gusto e dintorni

Lista articoli