Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Gusto e dintorni

TELETUTTO

Il «marocchino» di Gabriele che vale una semifinale


Cucina
Gusto e dintorni
12 gen 2022, 09:58
Gabriele dopo il passaggio del turno  Foto New Reporter Favretto  © www.giornaledibrescia.it

Gabriele dopo il passaggio del turno Foto New Reporter Favretto © www.giornaledibrescia.it

È Gabriele Filisina da Prevalle il primo semifinalista della terza edizione di Strabar, il format di Teletutto che ha visto in onda ieri sera la seconda puntata della stagione e che vuole premiare professionalità, esperienza e capacità di intrattenere la clientela ed individuare il miglior barista bresciano specialista in caffetteria. I primi due concorrenti a sfidarsi a colpi di caffè sul set allestito nella sede di Trismoka a Paratico sono stati Valentina Zecchini, 23enne di Calvagese della Riviera e Gabriele Filisina di Prevalle.

Ragazzi talentuosi e appassionati del mestiere che hanno aperto le danze della nuova edizione del format ideato da Cefos, Teletutto e Trismoka in collaborazione con la Centrale del Latte di Brescia. A valutare i partecipanti, la storica giuria composta dal formatore e direttore Cefos Luca Ramoni, dal direttore artistico di Teletutto e Radio Bresciasette Maddalena Damini, dal patron di Trismoka Paolo Uberti e da Andrea Bartolozzi, direttore generale della Centrale del Latte di Brescia.

La giuria di Strabar durante un assaggio Foto New Reporter Favretto © www.giornaledibrescia.it

Le prove

Realizzare il maggior numero di espressi in tre minuti è il primo compito che la giuria assegna ai partecipanti. La sfida richiede concentrazione, conoscenza dei macchinari e prontezza nella risoluzione di problemi. «Oltre al numero di espressi verranno valutate anche la qualità e la bontà» precisa Luca Ramoni prima di comunicare il parere dei giudici. Gabriele supera di un solo punto la sua avversaria, totalizzando un punteggio di 14 a 13. Fantasia invece la qualità da mostrare per la seconda sfida: preparare una bevanda calda a base di caffè.

Valentina durante una delle prove Foto New Reporter Favretto © www.giornaledibrescia.it

E proprio la creatività di Valentina e Gabriele ha impressionato la giuria anche se, per entrambi, alcuni errori tecnici hanno limitato il punteggio. Il cocktail di Valentina, infatti, è stato apprezzato per l’originalità e il mix di ingredienti, ma la mancanza di calore del drink non ha giovato all’aromaticità. Per Gabriele, invece, è stata la prevalenza del sapore alcolico sul caffè ad essere decisiva. Una comanda misteriosa, composta da cappuccino, latte macchiato ed espresso, invece, per la decisiva Stramistery. Il rush finale permette a Valentina di superare, anche se di un solo punto, Gabriele aggiudicandosi così un punteggio finale ex aequo. Saranno dunque caffè, latte e cacao a decretare una volta per tutte il vincitore: i concorrenti hanno infatti realizzato la loro migliore versione di Marocchino in 90 secondi. L’esperienza di Gabriele ha fatto la differenza e potrà continuare nella corsa.

Articoli in Gusto e dintorni

Lista articoli