Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Chef per una notte

IN CAST ALIMENTI

Dalla suprême alle ostriche: ecco il pollo


Cucina
Chef per una notte
17 ott 2019, 11:00
Piercarlo Zanotti in una della passate edizioni. © www.giornaledibrescia.it

Piercarlo Zanotti in una della passate edizioni. © www.giornaledibrescia.it

Materie prime sovrane e i migliori chef in cattedra per svelare come valorizzarle tra consigli pratici, elementi di teoria e segreti svelati: tornano le Lezioni di Chef per una notte, quattro appuntamenti nell’aula magna di Cast Alimenti pensati apposta per chi aspira a diventare re dei fornelli. In calendario anche altre serate speciali, una dedicata al caffè e una di mise en place.

Il primo appuntamento, a cui ci si può iscrivere da oggi, sarà il 12 novembre alle 20 e sarà dedicato al pollo, alle mille opportunità di sfruttarne ogni parte. Aspiranti cuochi a rapporto, dunque, sul portale di Chef per una Notte (gusto.giornaledibrescia.it): si deve caricare almeno una ricetta per potersi prenotare e accedere così gratuitamente alla prima Lezione. Per accedere alle successive, stesso procedimento: per ciascuna nuova lezione, una nuova ricetta nel portale. Per partecipare insomma è necessario mettersi in gioco e non poteva essere altrimenti per una iniziativa che, giunta alle settima edizione, ha fatto emergere talenti fino a quel giorno nascosti e riportato alla luce preparazioni e segreti che parevano dimenticati. In cattedra. Protagonisti di ogni appuntamento saranno uno o più chef, con la possibilità a fine serata di assaggiare quanto preparato anche con gli abbinamenti ai piatti pensati da Stocchetti Beverage. Sovrane, si diceva, saranno le materie prime. 

Una delle fasi di una delle lezioni © www.giornaledibrescia.it

Ed è lo stesso chef al quale è stato affidato l’esordio delle Lezioni a sottolinearlo: si tratta di Piercarlo Zanotti, un veterano di Chef per una notte il quale partecipa all’iniziativa per la terza volta. Tra le sue mani passerà la materia prima messa a disposizione da Avicola Monteverde, azienda di Rovato che invece per la prima volta collabora alla nostra iniziativa. Zanotti sarà affiancato dietro il bancone da Beppe Maffioli, del Carlo Magno, che si dice entusiasta: «Trasmettere la passione a chi si cimenta in cucina a casa. Per questo è fondamentale proporre ricette replicabili dai partecipanti». Il pollo. L’idea dello chef Zanotti è «realizzare, rivisitandoli, piatti della tradizione. Del resto il pollo è per antonomasia il piatto della festa, della domenica». E allora via: senza dubbio alcuno potrebbero trovare spazio sul bancone anche parti di prima e di seconda lavorazione che a qualcuno potrebbero far storcere il naso ma che, grazie alla professionalità e all’esperienza degli chef professionisti diventeranno piatti prelibati da scoprire, gustare e conoscere. Zanotti non ha nascosto di voler osare, facendo leva anche sulle sue esperienze all’estero.

Articoli in Chef per una notte

Lista articoli