Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Chef per una notte

CHEF PER UNA NOTTE

A tu per tu in diretta Instagram con gli chef della giuria


Cucina
Chef per una notte
18 mar 2021, 09:46
Cerveni, Leveille, Maffioli - Foto © www.giornaledibrescia.it

Cerveni, Leveille, Maffioli - Foto © www.giornaledibrescia.it

La pandemia ci chiude in casa, impossibile ritrovarsi, men che meno a tavola, escluso andare al ristorante. E sospese, nel nostro piccolo, pure le solitamente affollate, pure in Internet, Lezioni di Chef che tanti di voi attendevano con impazienza. Ma non ci arrendiamo, anche perché continuate a farci sentire la vostra vicinanza, la vostra voglia di partecipare, di parlare e confrontarsi sui temi della cucina e la migliore preparazione di qualche piatto.

Ecco perché abbiamo pensato di aprire un nuovo canale di dialogo tra la vasta comunità dei lettori interessati a Chef per una notte e gli esperti, cuochi e pasticcieri tra i migliori del Bresciano, che in questi anni sono stati al nostro fianco, hanno sostenuto la nostra iniziativa, sono nella giuria e hanno partecipato alle indimenticabili serate di gala. Instagram. La formula sarà una delle poche possibili in totale sicurezza in questo drammatico periodo di sostanziale lockdown, ovvero una serie di dirette serali sul canale Instagram del Giornale di Brescia, durante le quali potrete mettervi in contatto e dialogare con i nostri esperti. Stiamo definendo in queste ore il calendario degli appuntamenti e i protagonisti di ogni diretta e vi invitiamo a seguirci perché vi informeremo puntualmente nei prossimi giorni, sempre da queste colonne. Ci incontreremo nell’etere con chi lo vorrà a cominciare dalla prossima settimana, con una serie di dirette che saranno concentrate nelle due settimane che ci separano da Pasqua.

Nel salotto virtuale di Clara Camplani e Davide Briosi hanno scelto d’essere presenti, e dialogare con voi in diretta, il maestro Iginio Massari, Beppe Maffioli, Philippe Léveillé, Debora Massari, Stefano Cerveni e Piercarlo Zanotti. Proprio perché abbiamo pensato ad una chiacchierata libera e, speriamo, pure un po’ liberatoria per tutti, non abbiamo fissato temi specifici e argomenti obbligati. Sarete anzi voi, con i vostri interventi, a guidare il dialogo con chef e pasticcieri, partendo da Chef per una notte che prosegue grazie alle vostre ricette, ma magari provando a farvi raccontare come ciascuno dei nostri esperti vive questo difficile momento, con l’attività ridotta al lumicino e l’impossibilità di avere ai propri tavoli ospiti e amici. Ma pure le iniziative che al ristorante e in pasticceria sono state prese per l’asporto e il delivery, soprattutto in vista delle feste pasquali che sempre richiamano una tavola più curata e soddisfacente. E che certamente hanno consigliato agli chef menù ad hoc e piatti speciali da proporre per l’occasione. E poi, perché no? La richiesta personalizzata di qualche azzeccato e affidabile consiglio per preparare a casa un piatto meno ordinario da portare in tavola nel gran giorno della festa. Il tema è libero e allettante, siete tutti invitati.

Questa settimana la giuria tecnica ha scelto lo spaghettone ai gamberi fujuti di Roberto Ruotolo. Ecco il commento: Preparazioni nel nome dell’ingrediente mancante, scappato, fujuto vantano una ricca tradizione nella cucina regionale italiana. Basti pensare agli uccelletti scappati, della gastronomia popolare lombarda e bresciana. RobertoRuotolo87 si inserisce in questo filone suggerendo loSpaghettone con i gamberi scappati: qui a mancare è la carne dolcissima del crostaceo, mentre di loro restanosolo le teste. Gettarle sarebbe un autentico delitto, perché proprio nei succhi della testa si racchiude il sapore più intenso e gratificante di questi doni del mare. In verità tutta la testa - tranne gli occhi - si può utilizzare per brodi, fumetti e bisque. E persino per creare sorprendenti creme in stile maionese senz’uovo: basta frullare le teste con poco limone e olio di semi aggiunto a filo.

 

Articoli in Chef per una notte

Lista articoli