Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
GDB Lavoro

Antonio, per la pizza da Rezzato all’Australia 

Redazione Web

Rubriche
GDB Lavoro
21 dic 2014, 20:16
descrizione immagine

Un lungo viaggio quello affrontato da Antonio Pappalardo, il giovane pizza-chef proprietario del locale La Cascina dei Sapori di Rezzato, per esportare a Sidney la sua personale filosofia di pizza, così come la propone nel suo locale.

A volerlo in questa avventura durata un mese Stefano Manfredi, italo-australiano chef di lunga esperienza, fra i più quotati e amati del lontano continente, che ha riconosciuto in lui le doti e la capacità di formare sul posto uno staff in grado di interpretare la sua pizza.

In questi giorni di ritorno dall’avventura australiana, Antonio ha voluto festeggiare e condividere con amici e clienti questa prima positiva esperienza dall’altro capo del mondo, con un evento il cui titolo Walkaboutpizza, richiama ad un cammino ideale fra il piccolo paese (Rezzato) e la grande metropoli (Sidney), che ora sono unite da un filo conduttore, o meglio da un delizioso profumo di pizza, ed unisce le due culture che intersecandosi si arricchiscono di nuovi sapori e proposte culinarie.

Ed è Antonio a raccontare la sua esperienza, che l’ha visto per l’intero mese di novembre impegnato a formare i futuri pizzaioli di Pizzaperta - questo il nome del locale di Manfredi - ubicato nel centro «The Star» uno dei più esclusivi e prestigiosi della città. Per Antonio libertà assoluta di agire e creare, cosa di cui è molto grato a Manfredi, che prima di tutto ha gli ha permesso di importare dall’Italia il prodotto più importante per sfornare il fragrante disco di pasta, quella farina Petra macinata a freddo con la pietra, la stessa che lui adotta nel suo locale. Una base di partenza indispensabile, ancor prima di un buon impasto ci precisa Antonio. Da Manfredi quindi un’apertura a 360° all’interno della quale lui ha potuto avere a disposizione il meglio delle attrezzature, ma soprattutto il tempo, alleato prezioso per realizzare un prodotto digeribile, e lievitato al punto giusto.

E il successo, seppure non scontato, gli ha dato ragione con un gradimento che da subito si è rivelato al di sopra delle aspettative. Attualmente il locale Pizzaperta sforna più di 300 pizze al giorno che parlano dell’eccellenza italiana e portano la firma di Antonio.

 

 

Articoli in GDB Lavoro

Lista articoli