Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Italia ed Estero

IL PIANO

Terza dose nei centri commerciali: il piano della Lombardia

Redazione Web

Italia ed Estero
18 nov 2021, 06:00
I vaccini anti Covid-19 sono già disponibili in 365 farmacie lombarde - Foto Ansa  © www.giornaledibrescia.it

I vaccini anti Covid-19 sono già disponibili in 365 farmacie lombarde - Foto Ansa © www.giornaledibrescia.it

La Lombardia si prepara alla fase massiva delle terza dosi del vaccino anti-Covid che si aprirà dal primo dicembre con le somministrazioni ai quaranta-cinquantenni. Nella Regione guidata da Attilio Fontana le adesioni per la fascia 40-59 anni partiranno oggi, sul portale realizzato da Poste Italiane. Un platea di 1,627 milioni di persone, che la Regione punta a intercettare con un piano che coinvolge anche la grande distribuzione organizzata - nei prossimi giorni sarà lanciata una manifestazione di interesse rivolta alle grandi catene, supermercati e centri commerciali - e i luoghi ad alta frequentazione, come le stazioni della metropolitana.

«Dobbiamo vaccinare tutti il più possibile e il più rapidamente possibile, non ci sono alternative», anzi «se c'è qualche over 40 che domani ha già superato i 180 giorni dalla seconda dose, dopodomani troverà spazio per la terza, il primo dicembre non è una tagliola», ha spiegato il coordinatore della campagna vaccinale lombarda Guido Bertolaso, durante una conferenza stampa al Pirellone. Per soddisfare le richieste del 'booster', ha aggiunto Bertolaso, «i centri vaccinali lavoreranno anche nel periodo natalizio» e aumenteranno gli slot disponibili: a dicembre si viaggerà a una media di 30 mila inoculazioni al giorno, a gennaio si punta a salire a 40 mila. «Ci prepariamo agli scenari più diversi - ha proseguito l'ex capo della Protezione Civile - anche a dover vaccinare 60-70 mila persone in una giornata, lo abbiamo già fatto e non avremo problemi a rifarlo». Quindi l'annuncio: «Prima delle festività natalizie pensiamo a dei centri vaccinali nei grandi supermercati della Lombardia, in modo che chi va a fare la spesa di Natale può fare anche il vaccino. Così come abbiamo individuato un paio di stazioni della metropolitana a Milano».

Negli ultimi sette giorni la Lombardia ha fatto registrare 105.629 nuove prenotazioni della dose addizionale, il 48% in più rispetto alla settimana precedente, mentre le somministrazioni sono aumentare del 40%. «Siamo preparati ad avere numeri molto alti - ha rimarcato Bertolaso - e per questa ragione apriremo alcuni centri massivi che al momento stanno dormendo». L'hub milanese delle Scintille, ad esempio, oggi lavora al 30% ma per gennaio sarà pienamente operativo. In parallelo aumenterà anche il numero delle farmacie in cui è già possibile ricevere la terza dose, che sul territorio lombardo sono ad oggi 365, come ha ricordato la vicepresidente della Regione e assessore al Welfare Moratti.

Grandissima attenzione, infine, sulle scuole. In Lombardia sono infatti 150mila i ragazzi tra i 12 e i 19 anni che ancora non si sono vaccinati. «Vogliamo proteggerli - ha concluso Bertolaso - perché anche loro si ammalano. Così potremo ridurre le assenze a scuola e far fare loro la vita che desiderano». Per rispondere ai dubbi sul vaccino, lunedì 29 novembre la Regione lancerà una grande 'maratonà social con diversi esperti clinici, sull'esempio di Israele. 

Articoli in Italia ed Estero

Lista articoli