Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Italia ed Estero

IL CASO

Malta, studenti verso il rimpatrio. «Mia figlia a casa lunedì»


Italia ed Estero
18 lug 2021, 14:21
Gli studenti sono bloccati a Malta - Foto © www.giornaledibrescia.it

Gli studenti sono bloccati a Malta - Foto © www.giornaledibrescia.it

«Mia figlia torna finalmente a casa». Ad annunciarlo, con l’inflessione segnata dall’emozione, è la mamma di Desirèe, 16enne bresciana bloccata in quarantena a Malta perché entrata in contatto con un coetaneo risultato positivo al Covid mentre era in vacanza studio.

La ragazzina, risultata sempre negativa al tampone, potrebbe atterrare domani nella Capitale. Racconta la mamma: «Le autorità maltesi hanno fatto sapere ai ragazzi che lunedì sarà organizzato un volo di rientro per tutti coloro che sono risultati negativi al Covid. Dalle prime informazioni sembra che saranno tutti sullo stesso aereo, che atterrerà a Roma. Ovviamente saremo là ad aspettarla. Siamo molto felici».

In serata si attendevano ancora conferme ufficiali, relative ad orari e aeroporto di arrivo, ma l’ingarbugliata vicenda sembra avviarsi verso una felice conclusione. Perlomeno per chi è riuscito a scampare al contagio.

«Mia figlia è stata fortunata - ci raccontava nei giorni scorsi la mamma - perché ha saputo di coetanei inizialmente negativi che sono stati contagiati proprio negli alberghi, durante la quarantena. Temevo potesse accadere qualcosa del genere». Invece pare proprio che il periodo che la 16enne sta trascorrendo all’Hotel Topaz di Bugibba sia destinato a finire nelle prossime ore. Non così, invece, per le bresciane risultate positive. Per loro la quarantena a Malta proseguirà ancora: «Ma almeno ora sappiano - dice un papà - che si stanno prendendo cura di loro».

Articoli in Italia ed Estero

Lista articoli