Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Italia ed Estero

LOTTA ALL'EPIDEMIA

Coronavirus, restrizioni estese a tutta l'Italia

Redazione Web

Italia ed Estero
9 mar 2020, 21:25
I controlli - Foto Ansa © www.giornaledibrescia.it

I controlli - Foto Ansa © www.giornaledibrescia.it

«Sto per firmare un provvedimento che possiamo sintetizzare con l'espressione "io resto a casa". Ci sarà l'Italia come zona protetta: il provvedimento andrà in Gazzetta ufficiale domani»: così il premier Giuseppe Conte al termine di una riunione a Palazzo Chigi con i capidelegazione delle forze di maggioranza per fare il punto sull'emergenza coronavirus.

«I numeri ci dicono che stiamo avendo una crescita importante delle persone in terapia intensiva e purtroppo delle persone decedute. Le nostre abitudini vanno cambiate ora: dobbiamo rinunciare tutti a qualcosa per il bene dell'Italia. Lo dobbiamo fare subito e ci riusciremo solo se tutti collaboreremo e ci adatteremo a queste norme più stringenti» ha detto il premier.

Divieto dunque di manifestazioni e assembramenti in tutta Italia, stop agli eventi sportivi compreso il campionato di calcio, gli spostamenti in tutta Italia saranno possibili solo per motivi di lavoro, necessità o salute, lezioni in scuole e università saranno sospese fino al 3 aprile.

Non è invece all'ordine del giorno una limitazione dei trasporti pubblici, per garantire la continuità del sistema produttivo e consentire alle persone di andare a lavorare.

«Abbiamo concordato in Europa una richiesta di scostamento per 7,5 mld stiamo ragionando sulla possibilità di precostituirci una richiesta un po' più elevata» ha aggiunto il premier.

Articoli in Italia ed Estero

Lista articoli