Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

A RIVOLTELLA E SIRMIONE

Tragico Garda, due annegamenti fatali in un quarto d'ora


Garda
14 ago 2015, 20:15

Un quarto d'ora l'uno dall'altra. Sono annegati a una manciata di minuti di distanza il 62enne bresciano e la 22enne ucraina che si trovavano nelle acque del Garda nel pomeriggio di questa vigilia di Ferragosto. 

La prima tragedia a Rivoltella, alla Spiaggia delle Zattere, dove un 62enne di casa a Bedizzole, Michele Beccia, stava provando in acqua un modellino di barca radiocomandata. Il tentativo di recuperare il piccolo naviglio gli è tuttavia risultato fatale, forse a causa di un malore sopraggiunto. Sul posto, sono intervenuti più mezzi inviati dalla centrale del Soccorso sanitario di Bergamo, compresa l'eliambulanza di Brescia, oltre agli uomini del Commissariato di Polizia di Desenzano. Vani i tentativi di soccorrere il 62enne, del quale è stato constatato il decesso sul posto.

Solo 15 minuti più tardi, altra tragedia nelle acque antistanti Sirmione, in particolare quelle della Spiaggia del Prete, proprio sotto la Speranzina. A perdere la vita in questo caso è stata una 22enne di origine ucraina che si trovava in villeggiatura sul Garda con alcuni amici, quelli assieme ai quali era a bordo di un motoscafo. Lo stesso dal quale si sarebbe tuffata. Un balzo fatale: l'impatto con il fondale particolarmente basso in quel punto, infatti, le è costato un trauma da cui non si è più ripresa. Soccorsa dall'eliambulanza di Bergamo e condotta all'ospedale di Desenzano, ha cessato di vivere alcune ore più tardi.

Un venerdì nero per le acque del Garda, che anticipa un Ferragosto che si spera non debba registrare altri incidenti.

 

 

 

 

 

Articoli in Garda

Lista articoli