Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

VIABILITÀ

Ponte San Marco non è più off limits per bici e pedoni

Redazione Web

Garda
21 giu 2022, 12:52
Il cantiere Tav sta rivoluzionando la viabilità -  © www.giornaledibrescia.it

Il cantiere Tav sta rivoluzionando la viabilità - © www.giornaledibrescia.it

Da Ponte San Marco a Calcinato in bici o a piedi si può: il cavalcavia di via Stazione, che sarà chiuso a causa del cantiere Tav fino a novembre, si può bypassare senza allungarsi fino a Calcinatello o fino a via Rovadino.  Ma la nuova (e obbligata) viabilità sta facendo discutere. Il gruppo di opposizione «Calcinato In-Patto 2.0» rileva come «nessuna soluzione sia stata pensata per mitigare i disagi che ci saranno con l’intensificarsi del traffico a Calcinatello, scendendo dalla via Cavour alla via Santa Maria, arrivando al ponte sul fiume Chiese, già teatro di grandi rallentamenti negli orari di punta. In Via Rovadino c’è già un cantiere e il traffico aumenterà ancora.

«Dall’Amministrazione - fanno sapere dal gruppo - ci saremmo almeno aspettati interventi concreti per mitigare questi disagi, come ad esempio un bus navetta per accompagnare i nostri anziani, e non solo, verso il capoluogo e viceversa, ma anche prevedere semafori per gestire meglio i flussi di traffico». 

La minoranza contesta pure quello che per la maggioranza è un bel risultato, ossia l’aver ottenuto da Cepav due di far coincidere la chiusura del cavalcavia con la chiusura delle scuole per mitigare i disagi: «I nostri ragazzi in estate non smettono di muoversi, le persone continuano ad ammalarsi e ad andare al lavoro. E questa situazione influenzerà negativamente anche l'attività dei nostri commercianti».

Ben conscia, quindi, del fatto che i disagi ci saranno è l’Amministrazione. Inevitabili, certo, ma si è cercato di ridurli al minimo anche istituendo un percorso temporaneo di attraversamento ciclopedonale dell’autostrada, un percorso temporaneo per la durata dei lavori: fino al 30 novembre, infatti, per raggiungere Calcinato da Ponte San Marco chi è in bici o a piedi potrà deviare su via Berlinguer dal tratto di ciclopedonale esistente e arrivare così sulla traversa di via Stazione fino a raggiungere la santella «Morti di Sant’Amos». Attraversando poi il ponticello della roggia ci si collegherà alla ciclopedonale del Chiese e si potrà percorrere l’ultimo tratto di ricongiungimento di via Zemogna che porta all’innesto con via Cimitero.

Articoli in Garda

Lista articoli